Politica / Regione

Commenta Stampa

Salerno, giovani socialisti volano a Bruxelles


Salerno, giovani socialisti volano a Bruxelles
17/11/2009, 13:11


BRUXELLES - Si è conclusa la tre giorni della visita al Parlamento Europeo di Bruxelles della delegazione della Federazione dei Giovani Socialisti della Provincia di Salerno. I trenta giovani militanti socialisti, guidati da Silvano Del Duca, membro della Segreteria Nazionale FGS, hanno incontrato altre delegazioni giovanili del PSE stabilendo una proficua collaborazione per rilanciare anche in Italia, a livello giovanile, le politiche Europee. Alla base degli incontri, l’analisi della crisi economica internazionale e le possibili soluzioni europee, l’analisi dell’attuale situazione politica italiana, con la conseguente crisi del bipartitismo. “In Italia il bipolarismo vive momenti di difficoltà – ha affermato Del Duca - che si concretizza con le pressioni di Di Pietro sul PD a sinistra e di Bossi sul PDL a destra, e la crisi del mito dell’autosufficienza politica del PD che consente di ricostruire un nuovo centro – sinistra in Italia ancorato ai valori del riformismo e dove il Socialismo italiano possa ritornare ad essere forza di governo – ha proseguito il giovane Del Duca – Abbiamo contribuito a rilanciare all’attenzione Europea le peculiarità del territorio della Provincia di Salerno, importante attrattore turistico con Salerno sempre più città europea che fa da cerniera alla Costiera Amalfitana e al Parco Nazionale del Cilento. Il sostegno a questi territori può tradursi in un aumento notevole dei flussi turistici europei ed internazionali elevando il target di professionalità e qualità della nostra proposta turistica. Abbiamo anche condiviso l’esigenza di un utilizzo razionale dei prossimi fondi europei 2007 – 2013 e dei fondi FAS destinati al nostro Mezzogiorno, in modo che captando i bisogni che provengono dai nostri territori e trasformandoli in proposte di sviluppo, in materia di imprenditoria, formazione, politiche sociali e per le famiglie, politiche per la promozione territoriale, possano consentire una durevole crescita economica e l’aumento dell’occupazione soprattutto per i nostri giovani. L’Europa – conclude il giovane Dirigente Socialista – è più vicina agli italiani e ai loro bisogni più di quanto essi pensino”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©