Politica / Politica

Commenta Stampa

Anche la Regione potrà accedere al fondo di rotazione

Salva-comuni, a Napoli 300 milioni


Salva-comuni, a Napoli 300 milioni
29/11/2012, 17:02

NAPOLI - Napoli avrà 300 milioni di euro. Le commissioni riunite Bilancio e Affari costituzionali del Senato, hanno approvato durante la seduta notturna tutti e tre gli emendamenti proposti dal Pd per migliorare il decreto salva-Comuni. Dunque al capoluogo partenopeo andranno  non più 200, ma 300 euro per abitante: questo vuol dire, appunto, che l’ente potrà disporre di circa 300 milioni. La somma va restituita in dieci anni ed i soldi messi a disposizione di Palazzo San Giacomo, secondo un emendamento firmato dalla Lega ed approvato in aula, non potranno essere utilizzati per organizzare eventi sportivi di carattere nazionale e internazionale,  come ad esempio la Coppa America a Napoli.

E’ stato approvato anche un emendamento secondo il quale le Regioni in condizione di squilibrio economico e finanziario, che hanno presentato piani di risanamento, potranno ottenere anticipazioni di cassa così come gli enti locali. La Regione Campania, che ha già presentato il suo piano, potrà dunque accedere al fondo di rotazione. Non esistendone uno specifico per le risorse si dovrà, però, attingere allo stesso fondo utilizzato per i Comuni, circostanza che ha portato per il momento alla determinazione di un tetto massimo per gli aiuti: 50 milioni di euro. 

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©