Politica / Politica

Commenta Stampa

De Magistris: "Un segno forte, non solo simbolico"

Salvatore Borsellino cittadino onorario di Napoli


.

Salvatore Borsellino cittadino onorario di Napoli
14/07/2012, 14:07

NAPOLI - Salvatore Borsellino, fratello di Paolo il giudice antimafia ucciso assieme alla sua scorta il pomeriggio del 19 luglio del 1992 a Palermo, è cittadino onorario di Napoli. E’ stato il sindaco, Luigi de Magistris, in fascia tricolore per l’occasione, a conferirgli la cittadinanza riconoscendo il forte impegno di Salvatore nel contrasto forte, deciso e rabbioso contro la criminalità organizzata.
“Questa azione non ha solo un valore simbolico, ma è un segno forte di quanti ancora cercano di lottare contro le mafie. Salvatore gira il paese da diversi anni con forte indignazione, smetterà mi ha detto solo quando si saprà la verità sulle stragi. E io – prosegue il sindaco di Napoli- mi schiero con quei magistrati che cercano ancora la verità con determinazione”. Il sindaco ha, inoltre, sottolineato il forte impegno di Salvatore per Napoli: “Nella nostra città ha partecipato ed organizzato manifestazioni, coinvolgendo gli studenti. Ha attirato a se i giovani, quelli che considera, come li considerava il fratello Paolo, la speranza, il futuro”.
Emozionato Salvatore Borsellino è stato accolto un applauso dai presenti. Applauso che a più riprese ha accompagnato il suo discorso. “Io sono legato a Napoli, perché la trovo simile a Palermo: si riescono a scorgere le sue bellezze anche attraverso le sue brutture”. Poi parole che suonano come macigni: “Sento un’aria troppo simile a quella del ’92. I magistrati che lottano per la verità vengono, ancora, messi in difficoltà”.
E non sono mancate parole di stima per il sindaco : “ Luigi tu sei il sindaco che io avrei voluto avere – dice – tu non sei un ex magistrato, lo sei nel sangue, hai solo trovato un nuovo campo di battaglia”.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©