Politica / Politica

Commenta Stampa

La Lega: "Tanto non erano invitati"

Salvini indice incontro tra i sovranisti europei. Francia, Ungheria e Austria dicono no


Salvini indice incontro tra i sovranisti europei. Francia, Ungheria e Austria dicono no
04/04/2019, 16:26

ROMA - Salvini incontrerà la settimana prossima a Milano i leader dei partiti sovranisti di vari Paesi europei. Ma tra loro mancheranno tre dei più importanti: la francese Marine Le Pen, l'ungherese Viktor Orban e l'austriaco Harald Vilimsky. La prima è impegnata nella campagna elettorale nel sud della Francia per le elezioni amministrative locali, mentre il secondo vuole evitare di essere espulso dal Ppe, con il quale è già ai ferri corti. La Lega ha cercato di fare buon viso a cattivo gioco con un comunicato: "Non si tratta di diserzioni, non vengono perché non sono mai stati invitati. Salvini rappresenta tutti i gruppi che attualmente sono sotto lo stesso tetto in Europa. Lunedì inviterà anche altri che attualmente non fanno parte del nostro gruppo. La partecipazione di Le Pen e Orbán non era prevista. I nostri alleati storici sono informati di tutte le iniziative e condividono i nostri obiettivi". 

L'iniziativa di Salvini non è piaciuta neanche a Fratelli d'Italia, che con la sua leader, Giorgia Meloni, ha risposto: "I veri sovranisti siamo noi, loro sono populisti". Mentre Anna Maria Bernini, da Forza Italia, replica: "No a derive sovraniste". Mentre la eurodeputata Laura Ferrara, di M5S, risponde con sarcasmo: "Il due di picche dei leader che non parteciperanno all'incontro di Milano con i sovranisti dimostra il flop politico del progetto europeo della Lega". 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©