Politica / Napoli

Commenta Stampa

San Martino al Vomero, degrado e abbandono


San Martino  al Vomero, degrado e abbandono
29/05/2012, 17:05

Sul grave stato di abbandono e di degrado dell’area di San Martino al Vomero, interviene ancora una volta Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari. “ In quest’area si trovano beni artistici ed ambientali unici al mondo, come il Museo di San Martino con la passeggiata dei monaci e Castel Sant’Elmo – afferma Capodanno -. Eppure i turisti che si arrampicano sin sulla collina si contano sulle punte delle dita della mano. Una spia dello stato comatoso nel quale versa, oramai da tempo, la zona fu la chiusura dell’unico albergo che si trovava in zona “.

“ Da un sopralluogo effettuato stamani – aggiunge Capodanno – ho riscontrato, tra l’altro, il transennamento di una parte del marciapiede, presumibilmente generato, ai fini della sicurezza, dalle notevoli lesioni presenti sulla facciata del fabbricato retrostante, dopo vi sono alcune botteghe da anni chiuse. Un transennamento, peraltro, parzialmente crollato ( foto allegata ) “.

“ Inoltre nel piazzale, come in tante altre zone del Vomero – continua Capodanno - sono state di recente capitozzate tutte le alberature presenti lungo il belvedere che, con i rami frondosi, offrivano un poco di frescura ai visitatori che ammirano il panorama seduti sulle panchine ( foto allegata ) “.

“ Infine le rampe della Pedamentina, sottostanti il parapetto dello stesso belvedere, sono ridotte ad una vera e propria discarica a cielo aperto – puntualizza Capodanno -. La sera infatti, nonostante la presenza dei contenitori posti dall’Asìa, permane l’incivile abitudine di lanciare sui gradini le bottiglie vuote. Al punto che gli abitanti della Pedamentina hanno fatto stampare ed affiggere un manifesto a lutto nel quale si legge: “ Maggio 2012. Dopo lunga agonia è venuta a mancare LA CIVILTA’. Costernati ne danno il triste annuncio gli abitanti della Pedamentina e tutti i gradini in pietra straziati ogni sera dai continui lanci di bottiglie.

UN SENTITO RINGRAZIAMENTO A TUTTI COLO CHE, DOPO AVER FESTEGGIATO IL PROPRIO COMPLEANNO, LANCIANO LE BOTTIGLIE SULLE RAMPE DELLA SCALA annuncio di morte preventiva per l’ignaro passante. Si dispensa dai fiori in caso di MORTE VERA ( foto allegata )“. Il tutto favorito evidentemente dal fatto che in zona non vi idonea e costante vigilanza “.

Sui problemi della zona di San Martino, Capodanno sollecita l’interessamento del Ministro per i beni e le attività culturali, del presidente della Giunta regionale della Campania, del presidente della Provincia e del sindaco di Napoli, anche ai fini del rilancio turistico dell’intera area.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©