Politica / Politica

Commenta Stampa

Pil procapite pari al 1999 e consumi pari al 1998

Sangalli: "Italia ha fatto un salto indietro di 15 anni"


Sangalli: 'Italia ha fatto un salto indietro di 15 anni'
21/06/2012, 13:06

Durante l’assemblea annuale, Carlo Sangalli, Presidente di Confcommercio, ha fatto un quadro molto serio della situazione economica dell’Italia. A causa delle manovre correttive condotte dal governo tecnico, il Pil procapite è sceso al pari del 1999 e i consumi procapite ai livelli del 1998. “L’Italia è decisamente più povera, è tornata indietro di quasi 15 anni” Questa è la frase riassuntiva del discorso di Sangalli. L’aumento dell’Iva, definito “la Caporetto di famiglie e imprese”, rischia di portare un calo dei consumi per circa 38 miliardi di euro entro il 2014. Parla di un vero e proprio “bollettino di guerra” citando le piccole imprese costrette alla chiusura, i numerosi suicidi degli imprenditori e la crescita della disoccupazione.

La soluzione, continua Sangalli, è il rigore contro l’evasione fiscale e lo sviluppo di un’economia d’impresa che consenta il blocco dell’aumento dell’Iva per l’ultimo trimestre del 2012.

Affronta poi il tema dell’IMU definendolo “una mazzata per gli immobili legati all’esercizio dell’attività d’impresa” per i quali chiede il dimezzamento dell’aliquota base di prelievo.

Sangalli conclude invitando il governo ad agire sulla spendig review. “ È necessaria una scelta di campo” afferma, ribadendo l’importanza che il governo stia dalla parte delle imprese e del lavoro e il tutto richiede molta urgenza “perché ormai non c’è più tempo”.

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©