Politica / Politica

Commenta Stampa

Spendig review, Balduzzi: “In 3 anni tagli per 8 miliardi”

Sanità: dal 2013 settemila posti letto in meno negli ospedali

Il ministro della Salute: “Sfida alla nostra portata”

Sanità: dal 2013 settemila posti letto in meno negli ospedali
09/07/2012, 19:07

ROMA - A partire dal 2013 ci saranno 7 mila posti letto in meno negli ospedali italiani. Lo ha detto il ministro della Salute, Renato Balduzzi, intervenendo a un incontro nella sede romana del Pd, in via delle Fratte, per parlare di Sanità. “Entro novembre – ha precisato il ministro- le Regioni dovranno preparare un atto di programmazione sui posti letto”, che dovranno passare a 3,7 ogni mille abitanti.
Il ministro della Sanità ha affrontato anche il tema delle riduzioni della spesa previste dal decreto recentemente approvato dal governo: queste sono stimate in 7,9 miliardi in tre anni. Per la Sanità, dunque, ci saranno in tre anni minori risorse per un totale di 7,9 miliardi: il ministro Balduzzi ha spiegato che la cifra si raggiunge “sommando gli effetti della spending review a quelli della manovra estiva 2011”. In particolare, ha sottolineato, “nel 2013 ci saranno 4,3 miliardi in meno, 2,7 in meno per il 2014 e 900 milioni quest’anno”.
Che non si parli però di tagli: la precisazione arriva dallo stesso ministro, per il quale “c’è molto di più di quanto si sente dire”. Balduzzi, infatti, ha voluto parlare di “sfida alla nostra portata” nel settore della Sanità e al presidente della Conferenza delle Regioni Vasco Errani ha mandato il suo messaggio: “Da domani mattina sono a disposizione per modifiche e miglioramenti. Il ministro della Salute fa e vuole fare fino in fondo la sua parte”. E ancora: “Il Patto della salute lo vorrei firmare come membro di questo governo, e forse sarebbe la cosa più bella che potrei riuscire a fare nel mio mandato”.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©