Politica / Regione

Commenta Stampa

La denuncia dell'europarlamentare Enzo Rivellini

Sanità: Fli, Corte dei Conti indaghi su sprechi

Chiesto incontro con procuratore Martucci di Scarfizzi

Sanità: Fli, Corte dei Conti indaghi su sprechi
30/12/2010, 13:12


NAPOLI - L'europarlamentare Enzo Rivellini, Coordinatore Regionale Fli Campania, e Roberto De Masi, capogruppo Fli al Comune di Napoli, hanno presentato oggi "un esposto alla Corte dei Conti per segnalare alcuni sprechi nella sanità regionale". E' stato, inoltre, fissato, si legge in una nota, un appuntamento col Procuratore regionale della Corte dei Conti, Martucci di Scarfizzi, perché "occorre approfondire ulteriori aspetti, oltre ai casi specifici segnalati nell'esposto".
"Tutti i mammografi e gli strumenti acquistati negli ultimi tempi in Campania pare siano per lo più analogici e non digitali. Ciò crea il sospetto che siano state acquistate attrezzature obsolete per favorire, tra l'altro, assurdi ed a tratti fantozziani episodi come quello dell'ospedale Incurabili. In questa struttura ospedaliera, che è fornita di una Tac ma non di un neuro-radiologo che possa leggere gli esami che si effettuano, accade che un paziente che esegue una Tac debba aspettare che una autoambulanza, con autista ed infermiere (trattandosi di dati sensibili l'esame non può essere consegnato solo ad un semplice autista), si rechi all'ospedale San Giovanni Bosco, struttura dall'altra parte della città, per far leggere l'esame ad un neuro-radiologo se in quel momento è disponibile", denunciano Rivellini e De Masi. "Dopo aver compiuto questo viaggio l'autoambulanza può rientrare gli Incurabili e comunicare l'esito dell'esame al paziente. Appare evidente che tutto ciò si possa evitare non solo con la presenza di un neuro-radiologo agli Incurabili, ma anche con l'uso di sistemi informatici moderni - concludono - che diano la possibilità via computer di trasmettere i dati: riteniamo che questo caso, oltre a quelli indicati nell'esposto presentato stamani, sia sicuramente da approfondire".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©