Politica / Regione

Commenta Stampa

Sanità, PD: "Dal centro trapianti agli atti aziendali"


Sanità, PD: 'Dal centro trapianti agli atti aziendali'
28/05/2013, 12:28

Caldoro,  nella qualità di Commissario ad acta alla sanità, su temi di rilevante interesse, adotta soluzioni in contrasto con  i principi essenziali del piano di rientro dal  deficitLaccusa arriva dal capogruppo regionale del Pd, Raffaele Topo, che spiega:  ultimamente, dopo aver emanato un decreto che di fatto abolisce il Centro regionale Trapianti, istituiti con legge dello Stato L. n. 91/1999, Caldoro ha formato, illegittimamente, un Dipartimento  Integrato dei Trapianti , prevedendo addirittura tre poli trapianto logici per il rene (Policlinico Federico II- Cardarelli Salerno), a fronte di una quasi inesistente donazione di organi, ed ha affidato la responsabilità di questo Dipartimento al Responsabile del Centro nazionale Trapianti che così opera da controllore e controllato. Non si comprendono continua Topo - dall'esame degli atti i motivi, di carattere tecnico, che hanno indotto il Commissario Caldoro a pervenire ad una conclusione del genereInoltre afferma il capogruppo regionale del Pd Caldoro ha costituito una Commissione per la valutazione degli Atti Aziendali delle Aziende sanitarie prevedendo, tra laltro, nella Commissione due Direttori Generali di Aziende sanitarie del Nord, come se nella Regione non vi fossero  strutture sanitarie già preposte per legge a tali compiti (ARSAN- Uffiici Assessorato-ecc.) o professionalità anche esterne  adeguate. E soprattutto sottolinea Topo -  senza aver mai fornito indirizzi operativi, parametri organizzativi e numerici su come strutturare divisioni e servizi sanitari e senza consultare le Organizzazioni sindacali di categoria che certamente avrebbero potuto fornire un contributo costruttivoGli effetti negativi di tutto ciò si vedranno a breve - conclude Topo - perchè ogni Azienda, a parità di posti letto,  autonomamente, determinerà lorganizzazione e la dotazione organica per ciascuna divisione e servizio.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©