Politica / Regione

Commenta Stampa

Sanità: Rivellini e Taglialatela all'attacco del sistema Bassolino


Sanità: Rivellini e Taglialatela all'attacco del sistema Bassolino
11/07/2009, 13:07

L’On. Marcello Taglialatela, coordinatore cittadino Grande Napoli del Pdl e vice-capogruppo alla Camera dei Deputati, ha rilasciato la seguente dichiarazione: «Il Tar (Tribunale Amministrativo Regionale) ha sanzionato la Regione Campania con una decisione che annulla una delibera di giunta relativa ai tetta di spesa sanitaria.
Questa ennesima bocciatura delle politiche sanitarie attuate in Campania rappresenta l’ulteriore prova dell’incapacità tecnica ed amministrativa che si somma all’incapacità politica di Bassolino e del centrosinistra sulla gestione della sanità regionale.
A tal fine ho elaborato ed inviato un ampio e dettagliato documento al Presidente del Consiglio dei Ministri, On. Silvio Berlusconi, riepilogando tutte le gravissime inadempienze che investono la sanità in Campania e che condannano la nostra regione.
Ormai, alle enormi difficoltà sulla quantità e la qualità dell’assistenza sanitaria erogata nella nostra regione si aggiungono ulteriori problemi di carattere occupazionale che investono i centri e le aziende operanti nel comparto della sanità convenzionata.
Per queste ragioni riteniamo che il commissariamento della sanità regionale non sia più rinviabile e costituisca una scelta necessaria per avviare un processo di cambiamento gestionale e di risanamento dei conti del comparto. Bisogna assolutamente evitare che le decisioni di Bassolino e Santangelo sulla sanità regionale come quelle anche assunte oggi continuino a peggiorare una situazione che già di per sé è fortemente compromessa».

«Il Tar (Tribunale Amministrativo Regionale) ha sanzionato la Regione Campania con una decisione che annulla una delibera di giunta relativa ai tetta di spesa sanitaria.
Questa ennesima bocciatura delle politiche sanitarie attuate in Campania rappresenta l’ulteriore prova dell’incapacità tecnica ed amministrativa che si somma all’incapacità politica di Bassolino e del centrosinistra sulla gestione della sanità regionale.
A tal fine ho elaborato ed inviato un ampio e dettagliato documento al Presidente del Consiglio dei Ministri, On. Silvio Berlusconi, riepilogando tutte le gravissime inadempienze che investono la sanità in Campania e che condannano la nostra regione.
Ormai, alle enormi difficoltà sulla quantità e la qualità dell’assistenza sanitaria erogata nella nostra regione si aggiungono ulteriori problemi di carattere occupazionale che investono i centri e le aziende operanti nel comparto della sanità convenzionata.
Per queste ragioni riteniamo che il commissariamento della sanità regionale non sia più rinviabile e costituisca una scelta necessaria per avviare un processo di cambiamento gestionale e di risanamento dei conti del comparto. Bisogna assolutamente evitare che le decisioni di Bassolino e Santangelo sulla sanità regionale come quelle anche assunte oggi continuino a peggiorare una situazione che già di per sé è fortemente compromessa».

Gli fa eco il Presidente del Gruppo An-Pdl in Consiglio Regionale ed europarlamentare Enzo Rivellini ha rilasciato la seguente dichiarazione: «Mentre il centrodestra è fin troppo corretto tanto da chiudersi in convento per delineare strategie da discutere con chi era (o forse lo è ancora) bassoliniano di ferro, il governatore continua la sua campagna elettorale e “scippa” a Ciriaco De Mita un altro fedelissimo nominando nuovo direttore generale del Cardarelli il dottor Rocco Granata, che naturalmente adesso diventa un fedele alfiere dello scacchiere bassoliniano lasciando il povero De Mita sempre più solo e disperato a giocare il tre sette col morto.
Volevo chiedere all’amico Cesaro: Bassolino ha concordato con lui la nomina di Granata ? O mentre noi vestiamo i panni da agnellino il lupo Bassolino si “mangia” cappuccetto rosso e la nonna in un sol boccone ?».
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati