Politica / Parlamento

Commenta Stampa

La deputata "salva" solo Silvio Berlusconi

Santanchè vuole “rottamare” il Pdl: ''L'apparato e' un cancro''

Osvaldo Napoli: connetta cervello e lingua prima di parlare

Santanchè vuole “rottamare” il Pdl: ''L'apparato e' un cancro''
19/10/2012, 09:26

ROMA –  La moda dei “rottamatori” della politica impazza. Dopo  il sindaco di Firenze Matteo Renzi, deciso a fare piazza pulita dei “dinosauri” del suo partito,  le fa eco, Danila Santanchè, che sul giornale “Il Foglio”, attacca la classe dirigente del suo partito, il Pdl. La deputata ci va giù duro:  ''L'apparato e' un cancro'', esordisce:  “Il Pdl va azzerato, chi ha un incarico adesso si deve dimettere a cominciare dal segretario Alfano fino all'ultimo dei coordinatori provinciali. Chi ha più  di tre legislature alle spalle non va più  candidato in Parlamento, deve sparire''.  ''In questo momento - aggiunge - il Pdl e' peggio della Dc. Dobbiamo rappresentare anche una discontinuità rispetto all'esperienza di Mario Monti. Chi sostiene Monti non può  restare con noi''.  La Santanchè non salva nessuno.  Via tutti, da Scajola ai “montiani”,  Frattini e Gelmini. L’unico  che resiste  al “ciclone”  della donna  e' il Cavaliere: ''Berlusconi e' l'unico che ha coraggio, gli altri hanno palle di velluto''. La replica del Pdl, non tarda ad arrivare, ed il  collega di partito Osvaldo Napoli, vicepresidente dei deputati  al consiglia:  connetta cervello e lingua prima di parlare.  E continua; ''E' sempre antipatico commentare le interviste di amici, come Daniela Santanche'. E' addirittura imbarazzante commentare giudizi e parole in libertà  date da chi non ha mai consumato le suole delle scarpe per prendere un voto - dico un voto - per il PdL.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©