Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Santori: "Bossi impari a rispettare i cittadini o vada via"


Santori: 'Bossi impari a rispettare i cittadini o vada via'
27/09/2010, 15:09


ROMA - “E’ incredibile, scandaloso e inammissibile che un ministro della Repubblica spari frasi offensive indegne perfino dell’ultimo bar di periferia, insulti che investono come una bufera milioni di cittadini italiani, i romani, gli abitanti e gli eredi della città che non ha uguali nel mondo per arte e storia e nella quale oggi i ‘porci’ producono il 7% del Pil nazionale. Bossi ingiuria cittadini che ogni giorno pagano le tasse con le quali è stipendiato il signor ministro che avrebbe come dovere costituzionale almeno quello di rispettare la Nazione che rappresenta. Dei modi e delle limitate capacità espressive del ministro Bossi eravamo purtroppo già a conoscenza, ma speravamo che il suo ruolo istituzionale e una briciola di bon ton ancora resistessero, seppure quotidianamente soffocati dal suono dei campanacci montani e dai cori d’alpeggio”. Lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, presidente della Commissione sicurezza di Roma Capitale, a proposito dell’ennesima offesa lanciata alla Città Eterna da Umberto Bossi. “Un ministro della Repubblica dovrebbe passare le sue giornate a lavorare invece di trascorrere il tempo a guardare le ragazze che partecipano a miss Padania e di cui potrebbe essere il nonno. Se non se la sente di rappresentare l’Italia e gli italiani può andare a casa e finalmente non sentiremo più massacrare il latino da chi non è in grado di parlare neanche l’italiano”, conclude Santori.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©