Politica / Politica

Commenta Stampa

Sardegna, quorum raggiunto per referendum anticasta


Sardegna, quorum raggiunto per referendum anticasta
07/05/2012, 13:05

La sfida degli anticasta in Sardegna: è stato raggiunto il quorum del referendum per azzerare sprechi e privilegi, dieci quesiti biparisan guidato dal partito dei Riformatori e sostenuto da 120 sindaci della regione. Tra di essi, il più aggressivo dal punto di vista mediatico è stato il governatore Ugo Cappellacci. Il quorum è stato centrato e superato, anche se di pochissimo: alla chiusura dei seggi, ieri sera alle 22, ha votato il 35,5 per cento degli aventi diritto: il 2,2 per cento in più della soglia del 33,3 per cento. Ora bisogna attendere il verdetto: è iniziato lo spoglio e la vittoria dei sì potrebbe sancire la cancellazione di Ogliastra, Carbonia Iglesias, Medio Campidano e Olbia Tempio, e potrebbe metter una seria ipoteca anche per l’eliminazione delle altre quattro province storiche
 I QUESITI – Sono dieci i quesiti proposti. Quelli più attesi sono l'abrogazione delle quattro Province di recente istituzione (nel 2001), Carbonia Iglesias, Medio Campidano, Olbia Tempio e Ogliastra, e per tagliare le indennità dei consiglieri regionali. Gli altri cinque sono invece consultivi: si sondano gli elettori per abolire le altre quattro Province storiche (Cagliari, Sassari, Nuoro e Oristano), portare da 80 a 50 il numero dei componenti del Parlamento sardo, cancellare i consigli di amministrazione degli enti regionali, istituire un'Assemblea costituente per la riscrittura dello Statuto autonomistico, eleggere direttamente il presidente della Regione attraverso le primarie.

Commenta Stampa
di GB
Riproduzione riservata ©