Politica / Regione

Commenta Stampa

Scambi interculturali Italia Russia, De Mita incontra viceministro Siberia


Scambi interculturali Italia Russia, De Mita incontra viceministro Siberia
18/04/2011, 17:04

Il vicepresidente della giunta regionale della Campania Giuseppe De Mita ha incontrato oggi a Palazzo Santa Lucia il viceministro alla Cultura della Regione Siberia Vladimir Grigorevich Miller.
L'incontro, al quale era presente il direttore della Fondazione “Restoring Ancient Stabiae” Ferdinando Spagnuolo, si inserisce nell'ambito delle iniziative in programma nel corso del 2011, anno dedicato allo scambio interculturale tra Italia e Russia.
La visita del vice ministro Miller, nata per definire alcuni eventi culturali che coinvolgeranno anche il territorio della Campania, è finalizzata all’avvio di una cooperazione nei settori della cultura, del turismo e dell'istruzione oltre che del mondo produttivo ed imprenditoriale.
“La Siberia – ha dichiarato il viceministro Miller – come la Russia in generale, è molto interessata a tutto quanto viene prodotto in Campania, sia sotto il versante più propriamente culturale, ma anche per quanto riguarda le sue eccellenze produttive. Intendiamo avviare una collaborazione con la Campania in occasione del 2011, anno dello scambio interculturale, ma ci auguriamo che questo rapporto possa continuare anche per i tempi futuri”.
“Ci fa piacere – ha dichiarato il vicepresidente De Mita – l’ interesse così forte che la Regione Siberia nutre nei confronti dell'Italia in genere e della Campania nello specifico. Sono convinto che quella di una intesa istituzionale sia la soluzione più adatta per poter dare seguito concreto a questa intenzione di collaborazione. Come Assessorato al Turismo, anche in occasione della recente Mitt di Mosca, importante fiera dedicata alle attività turistiche, abbiamo potuto toccare con mano l'interesse che viene nutrito nei confronti della Campania. Sono convinto che esistano tutte le condizioni per poter proseguire lungo questa strada e per approfondire l'interessante scambio culturale”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©