Politica / Napoli

Commenta Stampa

Scampia, disoccupati occupano la sala del consiglio municipale


Scampia, disoccupati occupano la sala del consiglio municipale
16/09/2011, 15:09

Stamattina, nel corso della seduta di Assise dell'ottava municipalità convocata d'urgenza per il problema lavoro/alloggi, un gruppo di disoccupati del movimento di Scampia, in segno di protesta contro la cecità delle istituzioni ha prima pacificamente occupato la sala consiliare e poi partecipato dai banchi del consiglio ai lavori all'ordine del giorno.

Il gruppo di senza lavoro chiede, ancora una volta, di trovare una soluzione possibile al dramma che attanaglia le numerose famiglie presenti sul territorio. La convocazione di un tavolo interistituzionale e l'avvio di un piano di riqualificazione sociale e strutturale del territorio sono, in sostanza, le loro richieste.

“E' nostro dovere ascoltare tutti i cittadini ed essere amplificatori della necessità di rispetto dei loro diritti” dice il presidente della municipalità, Angelo Pisani, aggiungendo che “soluzioni possibili se ne troveranno insieme alle altre istituzioni cittadine anche perché la tematica non e' di competenza dalla municipalità che comunque deve affrontare gli effetti del dramma che vivono le famiglie dei disoccupati”. “La storia purtroppo e' vecchia- continua il presidente - perchè nessuno e' riuscito in passato a trovare giusta soluzione a questa problematica e molti hanno speculato sulla pelle di queste famiglie”.

Il presidente della Municipalità precisa che “il Consiglio convocato stamane e' stato fermamente voluto per la gravita' della situazione ormai una vera e propria bomba ad orologeria e per ascoltare e riportare questi problemi alle Istituzioni competenti”.

La preoccupazione espressa dai disoccupati dipende anche dall'annuncio che presto l'Amministrazione farà partire la raccolta differenziata porta a porta nel quartiere di Scampia e, magari, dalla presupposizione che sul territorio vengano a lavorare altri disoccupati di altre municipalità.

“L'Istituzione locale - continua il presidente Pisani- si farà promotrice delle loro preoccupazioni e cercherà il modo di interagire con Comune, Provincia e Regione, affinché vengano tutelate le forze lavoro del territorio stesso e non si permetta ad altri di lucrare sul nome di Scampia”.

Pisani chiede, inoltre, al sindaco di non pensare solo a Napoli Est o a Bagnoli ed al centro della città, ma soprattutto “ai residenti di Napoli Nord illusi e impegnati in campagna elettorale”. “Basta demagogia - dichiara ancora Pisani - la politica deve interessarsi sul serio dei problemi dei cittadini non solo esprimendo solidarietà che comunque è un atto dovuto”.

“Per dare un segnale forte ai cittadini dei miei quartieri – ha concluso- chiedo al sindaco De Magistris e al presidente Caldoro di venire in questi territori e toccare con mano le criticità oltre che trovare una soluzione al problema”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©