Politica / Napoli

Commenta Stampa

Scampia, Pisani: "Le istituzioni non usino camorra come alibi per non fare cose giuste e dovute"


Scampia, Pisani: 'Le istituzioni non usino camorra come alibi per non fare cose giuste e dovute'
10/09/2012, 17:18

"Con tre giorni di anticipo rispetto all’inizio dell’anno scolastico previsto per il 13 settembre a Scampia e anche nella strada di fronte alle vele della camorra dove è ubicato il complesso scolastico “Virgilio IV”,  alcune nostre scuole hanno già aperto  e stamattina  alle 8,30  è suonata la prima campanella per centinaia i di ragazzi tutti presenti e desiderosi di ricominciare senza registrare strane assenze o nessun clima di paura -  annuncia l’avvocato Angelo Pisani, Presidente della 8° Municipalità del Comune di Napoli, ringraziando i presidi ed i professori delle scuole per l’impegno e “l’abnegazione profusi ogni giorno per il quartiere, dove i valori  e la voglia di emergere sono più forti delle sirene della malavita”.

Allo stesso tempo però, il Presidente Pisani richiama ai propri doveri di amministratori e di rappresentanti delle istituzioni i rappresentanti e gli assessori  di Comune, Provincia e Regione “affinchè  facciano sentire la presenza dello Stato ed investano per garantire la funzionalità  ed agibilità delle strutture troppo spesso dimenticate ed abbandonate per le quali, purtroppo,  la Municipalità senza fondi e senza strumenti, perché il decentramento è solo un bluff, non può intervenire”.

“Proprio  nello stesso  quartiere di Scampia infatti, nonostante la voglia dei docenti e dei ragazzi di rispondere con i fatti  e con la scuola agli attacchi della camorra, si registra ancora il disinteresse e l’assenza dell’amministrazione comunale che non s’impegna e non investe risorse  per  la manutenzione ed agibilità degli impianti scolastici  e delle scuole con il pericolo di non poter riaprire tutte le scuole e sfruttare tutte le potenzialità del territorio, come nel caso della scuola materna 17° circolo comunale di Via Labriola che non sarà disponibile per l’inizio dell’anno scolastico con delusione di centinaia di famiglie  e della Municipalità che vede svanire nel vuoto i suoi appelli di legalità e cultura”.

Per una soluzione del problema e garantire a tutti i ragazzi  del quartiere di poter frequentare la scuola il Presidente  Pisani  domani si porterà dal Sindaco De Magistris per capire “come è possibile che di fronte a tali problemi non s’intervenga immediatamente” e per  illustragli ancora una volta la situazione di degrado di alcune  scuole promettendo di iniziare lo sciopero della fame se le istituzioni non forniranno le dovute e anche  minime risposte indispensabili, senza nascondersi sempre dietro l’alibi  della camorra.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©