Politica / Politica

Commenta Stampa

Il primo cittadini intratterrebbe rapporti intimi con dipend

Scandalo Solofra: ufficio del sindaco trasformato in un'alcova


Scandalo Solofra: ufficio del sindaco trasformato in un'alcova
27/10/2011, 18:10

Scandalo al comune di Solofra. La stanza del sindacato si trasforma – a detta del consigliere comunale del partito democratico Enzo Clemente - in una specie di alcova. L’esponente democratico ha improvvisato una conferenza stampa per leggere il suo intervento e dare una spiegazione a ciò che a suo modo di vedere ha l’aria di un’imboscata. Il Consigliere parla a quanti presenti in sala rivelando che il sindaco intrattiene rapporti intimi con una dipendente comunale. Rivelazione che lascia tutti senza fiato. Clemente spiega che qualche giorno prima gli era stata recapitata una busta gialla su cui era scritto il suo indirizzo con un normografo, per rendere la scrittura irriconoscibile. Nella busta vi erano circa trenta fotografia a colori in cui si vedeva il primo cittadino che si intratteneva – in momenti diversi - con due donne (forse impiegate comunali) nel suo ufficio. Dalle fotografie si nota il sindaco solofrano che – in compagnia delle sue probabili collaboratrici – intrattiene rapporti intimi,con baci e abbracci (ma probabilmente si è andati oltre) nel suo ufficio, all’interno del comune di Solofra. Nel piccolo corridoio che collega l’ufficio del primo cittadino ai bagni, si sarebbero consumate invece scene ed approcci decisamente più spinti. L’ultimo scatto, almeno l’ultimo degli scatti che sono stati fatti recapitare al Consigliere, risalgono al 16 maggio 2011. Nel ritrovarsi fra le mani quelle fotografie, Enzo Clemente era indeciso sul da farsi e prima di rivelare questa notizia, ha consegnato le fotografie nelle mani dei carabinieri della stazione cittadina. Il sindaco non accetta queste accuse e dichiara che quelle foto sono solo un fotomontaggio per poterlo rovinare sia come uomo che come politico. Non ci resta che concederci il beneficio del dubbio, chiedendoci se tutta questa storia sia reale o solo una finzione.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©