Politica / Politica

Commenta Stampa

Discussione interrotta ai preliminari, sul regolamento

Scelta Civica verso la scissione, i "governativi" se ne vanno


Nella foto il presidente di Scelta Civica Bombassei
Nella foto il presidente di Scelta Civica Bombassei
15/11/2013, 18:47

ROMA - Scelta Civica rischia di spaccarsi in tempi molto rapidi. Almeno a giudicare da quanto è successo oggi, all'assemblea convocata. Era appena iniziata la discussione, quando è stato presentato dai "popolari" un documento, nel quale si volevano porre le basi per l'evoluzione futura del partito. Nel documento si chiedeva un maggior radicamento sul territorio e di fissare come priorità la semplificazione amministrativa, la centralità del lavoro e dell'impresa e il riformismo sociale, in un quadro di fedeltà al governo Letta. Le modifiche non sono state accettate, e quindi il Ministro della Difesa Mario Mauro ed una trentina di deputati se ne sono andati, lasciando il Presidente Alberto Bombassei con una quarantita di parlamentari. 
A questo punto quindi anche Scelta Civica sembra indirizzata verso una scissione, che potrebbe ripercuotersi negli equilibri parlamentari di Camera e Senato: quelli che sono rimasti con Bombassei, continueranno a sostenere il governo Letta? O vorranno un rimpasto? 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©