Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Il presidente del Senato: il caso in aula il 3 marzo

Schifani: “Rivedere l'elezione di Di Girolamo”


Schifani: “Rivedere l'elezione di Di Girolamo”
25/02/2010, 19:02

ROMA – Rivedere l’elezione di Nicola Di Girolamo.
La richiesta arriva dal presidente del Senato Renato Schifani che ha scritto a Marco Follini perché “sottoponga all’ufficio di presidenza della giunta l’eventualità di riprendere un sollecito esame della questione relativa alla contestazione e alla proposta di annullamento” dell’elezione del senatore del Pdl Di Girolamo. Su di lui pende una richiesta di arresto per riciclaggio internazionale. Un’elezione già contestata nei mesi scorsi, l’Aula del Senato decise di rinviare la proposta di annullamento dell'elezione alla Giunta delle Immunità e delle Elezioni in attesa di una sentenza di primo grado. A seguito della richiesta di arresto, "è possibile - si legge nella lettera di Schifani a Follini - che la richiesta di autorizzazione contenga nuovi e rilevanti elementi tali da inquadrare in una prospettiva diversa l'intera vicenda”. Di qui l’invito “a sottoporre all'ufficio di presidenza della Giunta l’eventualità di riprendere sollecitamente l'esame della questione relativa alla contestazione e alla proposta di annullamento di tale elezione già nel corso della prossima settimana”. Il presidente dell’organismo di Palazzo Madama Marco Follini ha comunicato di aver “provveduto a convocare per domani alle 12 l'ufficio di presidenza della giunta".
Dovrebbe rientrare in Italia nelle prossime ore l'ex ad di Fastweb Silvio Scaglia ricercato per riciclaggio nell’ambito della maxi-truffa da due miliardi di euro ai danni dello Stato.
Il presidente del Senato ha inoltre annunciato che nella conferenza dei capigruppo chiederà "la calendarizzazione per la giornata di mercoledì prossimo" del dibattito sulla decadenza di Di Girolamo. Dalla maxi inchiesta sul riciclaggio è spuntato anche il nome del presidente della Camera Gianfranco Fini che ha immediatamente negato ogni contatto anche indiretto con Di Girolamo. 

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©