Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Il presidente del Senato:"Si devono trovare convergenze"

Schifani su intercettazioni:"Non diventi legge bavaglio"


Schifani su intercettazioni:'Non diventi legge bavaglio'
25/05/2010, 19:05

ROMA - Anche Renato Schifani, al termine di un convegno a palazzo Giustiniani, ci ha tenuto ad esprimere il proprio parere sul dl intercettazioni da poco discusso all'assemblea di Palazzo Madama:"Vorrei evitare che dal Senato possa essere approvata una legge che venga interpretata, non entro nel merito, come legge bavaglio nei confronti della comunicazione" , ha detto il presidente del Senato che poi ha aggiunto:"Siamo riusciti - ha poi aggiunto - a indurre la maggioranza a non insistere sulla calendarizzazione per giovedì e quindi a differirla a lunedì. Mi auguro che questo dia tempo alle opposizioni di presentare propri emendamenti in tempi normali".
Poco dopo, una volta risposto alle domande dei giornalisti che intendevano interrogare la seconda carica dello Stato riguardo al suo ruolo tra maggioranza ed opposizione, Schifani ha concluso il discorso con dichiarazioni decisamente eloquenti:"Confido che si possano trovare punti di convergenza, o quanto meno che si abbassi la tensione anche nei confronti della stampa e della comunicazione". Il messaggio del numero uno del Senato è dunque chiaro: emendamenti assolutamente necessari per scongiurare ogni rischio di limitazione della libertà d'espressione e quindi d'informazione ed indisponibilità dell'Aula ad approvare il disegno di legge così com'è.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©