Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Sciopero della sete di Marco Pannella. Mobilitazione a Napoli


Sciopero della sete di Marco Pannella. Mobilitazione a Napoli
20/06/2011, 16:06

Marco Pannella, in digiuno dal 20 aprile scorso “affinché l’Italia possa in qualche misura tornare a essere considerata una democrazia”, dalla mezzanotte di ieri è passato allo sciopero della sete.

Insieme a Pannella digiunano in tutta Italia oltre 13 mila persone - tra detenuti e loro familiari, agenti di Polizia penitenziaria, psicologi, volontari, avvocati, personale amministrativo, oltre a numerosi liberi cittadini e cittadine, per chiedere che venga varato un provvedimento di amnistia che riporti la condizione di detenzione in carcere entro standard occidentali, liberando la giustizia da milioni di processi arretrati destinati alla prescrizione.

L’associazione radicale “Per la Grande Napoli” da giorni è in mobilitazione in sostegno a questa azione nonviolenta. Domenica 19 si è tenuta una manifestazione in Piazza del Gesù a Napoli, domani 21 riprenderanno i volantinaggi presso il carcere di Poggioreale, tutte le mattine, dalle ore 7.00 alle 9.00 per dialogare con i parenti dei detenuti in coda per i colloqui e chiedere loro di unirsi al digiuno collettivo.

Venerdi 24 giugno dalle 9.00 in poi è convocata una grande manifestazione all’esterno del carcere di Poggioreale .

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©