Politica / Politica

Commenta Stampa

Tra i due scoppia la polemica

Scontro Albertini - Vendola su articolo 18


Scontro Albertini - Vendola su articolo  18
22/01/2013, 15:28

ROMA -  Botta e risposta tra Gabriele Albertini e Nichi Vendola. Il primo accusa  Vendola di essere un nostalgico del terrorismo e tra i due scoppia la polemica.

"Siamo un gruppo che si propone di agire per essere più europei, lasciare fuori le zavorre ideologiche e massimaliste della sinistra estrema e anche il populismo demagogico della Lega", dice Albertini intervenendo ad Agorà, su Rai Tre.

"Vendola che firma il referendum per ritornare all'articolo 18 degli anni di piombo - attacca l'ex sindaco di Milano - oppure firma un altro referendum per portare indietro gli orologi a prima della riforma pensionistica ed è pure contrario alla Tav finanziata dall'Unione europea, quella parte lì è massimalista ideologica". Affermazioni solo in parte rettificate in un secondo momento. "L'articolo 18 - precisa - è un'altra cosa, però avviene in momenti temporalmente contigui ed è stato reiterato e mantenuto in essere quando invece il mondo è cambiato. Gli stessi sindacati moderati hanno una visione diversa su questo tema".

Dura la replica di Vendola. "Si è trattato di affermazioni tanto volgari e barbariche, da cui mi auguro che Mario Monti, per una questione di civiltà di rapporti, prenda le distanze", risponde il leader di Sel. "Vorrei dire a Monti - aggiunge  - che se questo è segno di moderatismo ho una certa preoccupazione per l'offesa inflitta alla verità storica. Chi ha scritto lo Statuto dei lavoratori è stato obiettivo delle Br".

"Il principale antagonista delle Br - ricorda ancora Vendola - era la Cgil. Mi aspetto che almeno su questo punto, per civiltà di rapporti, Monti prenda le distanze da una espressione tanto volgare e barbarica di Albertini".

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©
SONDAGGIO.

Per chi voterete alle prossime elezioni?

Quale sarà il vostro voto il 24 e il 25 febbraio?