Politica / Politica

Commenta Stampa

Inaccettabile il decreto sicurezza vis di Salvini

Scontro Salvini-Conte, Cdm rinviato e decreti non approvati


Scontro Salvini-Conte, Cdm rinviato e decreti non approvati
21/05/2019, 09:21

ROMA - Erano previsti due Consigli dei ministri ieri. Uno nel pomeriggio, alle 16.30; ma è durato una ventina di minuti, giusto il tempo di salutarsi. Il secondo era alle 20.30, ed aveva come ordine del giorno l'approvazione del decreto sicurezza bis, voluto da Salvini; il decreto famiglia voluto dal Movimento 5 Stelle; e le intese sulle autonomie chieste da Lombardia e Veneto. Ma si è discusso solo del primo punto, a causa della forte contrapposizione che si è creata tra il Ministro dell'Interno e il Presidente del Consiglio. Il primo voleva immediatamente l'approvazione del decreto sicurezza-bis, negato dal secondo a causa di alcune criticità sollevate dal Quirinale. In particolare, l'idea di multare chi salva i naufraghi (fino a 5500 euro per ogni persona salvata) e il trasferimento di poteri da alcuni ministeri al Ministro dell'Interno. 

Alla fine, c'è stato solo un nulla di fatto, con un rinvio del Cdm a giovedì. Rinvio inutile in ogni caso: Salvini non intende recedere dalle sue posizioni, che sono quelle di una guerra contro le Ong e ai poveracci che fuggono dlle guerre e dalla morte. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©