Politica / Politica

Commenta Stampa

Scuola, Borsellino: "custodi del comune di Palermo per porre fine ai raid"


Scuola, Borsellino: 'custodi del comune di Palermo per porre fine ai raid'
08/02/2012, 14:02

“Per le scuole non servono telecamere, come dimostra l’ultimo raid vandalico ai danni della scuola Falcone dello Zen. Servono, semmai, più personale e fondi per l’edilizia. Per questo, condivido in pieno l’appello lanciato oggi dal giornalista Enrico Bellavia su Repubblica e mi unisco a lui nel chiedere al commissario Latella di utilizzare addetti dell’amministrazione comunale per garantire un servizio di custodia alla Falcone e in altri istituti della città, come la scuola Pertini di Brancaccio”. Lo dice Rita Borsellino, candidata alle primarie del centrosinistra per il sindaco di Palermo, in merito all’ennesimo raid vandalico che ha colpito la scuola Falcone allo Zen. In un articolo pubblicato oggi su Repubblica, il giornalista Enrico Bellavia ha chiesto che l’istituto venga dotato di un guardiano che assicuri la vigilanza nell’arco delle 24 ore.

“In questi anni, purtroppo – continua l’europarlamentare – le scuole palermitane sono state abbandonate, al pari delle periferie. Bisogna porre fine a questa situazione. Le scuole devono essere il cuore pulsante della vita dei quartieri, il centro culturale e formativo della comunità. Un discorso che vale tanto più per le scuole cosiddette di frontiera, che rappresentano spesso gli unici presidi istituzionali di legalità. So che l’attuale sottosegretario all’Istruzione del governo Monti, Marco Rossi Doria, conosce bene queste realtà. E’ anche a lui che lancio un appello affinché, dopo anni di politiche disastrose sul fronte dell’istruzione, si apra una nuova stagione in cui le scuole siano messe concretamente in condizione di operare per la crescita culturale e sociale del Paese ”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©