Politica / Regione

Commenta Stampa

Scuola: Cortese e Gabriele, con studenti per scuola pubblica


Scuola: Cortese e Gabriele, con studenti per scuola pubblica
08/10/2010, 14:10


NAPOLI - Consiglieri regionali del Partito Democratico sono scesi oggi a Napoli in piazza per sostenere la protesta degli studenti contro il ddl Gelmini. "Il presidente Caldoro e l'assessore Miraglia incontrino gli studenti che hanno sfilato numerosi in corteo per le strade di Napoli e dicano loro come intendono sopperire ai tagli che il governo ha fatto alla scuola pubblica - dice Corrado Gabriele - dicano loro come vogliono affrontare la questione del diritto allo studio e sulla qualità della scuola pubblica. Usino il dialogo con in giovani e spieghino loro se saranno ripristinati, tra l'altro, importanti provvedimenti come gli sconti sugli abbonamenti per i trasporto pubblico degli studenti e il comodato d'uso dei libri di testo". "Gli studenti che a giusta ragione protestano contro la decostruzione della scuola pubblica da parte del ministro Gelmini hanno il nostro concreto sostegno - sostiene Angela Cortese - li seguiremo nel loro percorso di mobilitazione e in questo senso ci impegniamo ad utilizzare tutti gli strumenti che la politica mette a disposizione, prima fra tutte la mozione sulla scuola che, come opposizione, abbiamo presentato in Consiglio regionale proprio con l'intento di far uscire allo scoperto i consiglieri di maggioranza e la Giunta". "Per il Partito Democratico - sottolinea la Cortese - la scuola è una priorità assoluta, tanto è vero che sul tema abbiamo una piattaforma nazionale, frutto del lavoro svolto a Bologna in occasione della Festa nazionale della Scuola. Per quanto ci riguarda, come Pd regionale, abbiamo inoltre presentato la legge sulla qualità della scuola pubblica. Sono questi - conclude Angela Cortese - i motivi per i quali questa mattina siamo scesi in piazza al fianco degli studenti, ascoltando le "voci di dentro" di una sofferenza che è comune a tutti gli operatori della scuola".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©