Politica / Regione

Commenta Stampa

Scuola, Cortese (PD): da Gelmini parole in libertà


Scuola, Cortese (PD): da Gelmini parole in libertà
14/03/2011, 16:03

“Ascoltare in tv le parole in libertà del ministro Gelmini è stata un’esperienza illuminante. L’accozzaglia di frottole e luoghi comuni che il ministro ha sciorinato senza contraddittorio sulla scuola descrive più di ogni commento quale confusione ispiri l’operato del governo su questi temi”. E’ l’opinione di Angela Cortese, consigliere del Partito Democratico in Regione Campania.

“Ci vuole del coraggio - prosegue la Cortese - a parlare di qualità, senza avere metodo né progetto. E ci vuole coraggio se in meno di tre anni si sono sottratti alla scuola pubblica 8 miliardi di euro, se i fondi per l’istruzione privata superano quelli stanziati per lo spettacolo, se si punta il dito contro il numero degli insegnanti dimenticando che quello degli alunni per classe è aumentato in misura vertiginosa, compromettendo seriamente la didattica”.

“Negare l’evidenza, ridimensionare gli attacchi del premier alla scuola pubblica, apostrofare le famiglie, i docenti, i bidelli, le donne che protestano non serve a cambiare la realtà di una scuola che annaspa in uno stato di profondo disagio - osserva la consigliera democratica -. Né tantomeno possono essere tollerate le enunciazioni di buoni propositi, se poi l’azione di governo le smentisce sistematicamente. Quelli che la Gelmini chiama ‘tagli agli sprechi’ sono in realtà colpi durissimi inferti all’istruzione. Tra le vittime - ricorda in conclusione Angela Cortese - c’è una riforma che aveva fatto della scuola elementare italiana un modello sul piano europeo, cancellata in un solo colpo con una finanziaria”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©