Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Boldrini: "E' un esercizio democratico"

Seduta lampo alla Camera, scontri Boldrini-M5S

M5S: "Seduta formale, costa tra i 150 e i 200 mila euro

Seduta lampo alla Camera, scontri Boldrini-M5S
20/08/2013, 17:04

ROMA – Polemiche in Aula alla Camera, durante la seduta svoltasi per incardinare il decreto sul femminicidio.
Secondo il M5S non doveva presentarsi come una seduta formale, bensì di vero e proprio lavoro, perché così si rischia solo di far credere di lavorare. L’aula infatti si riunirá il 6 settembre e le Commissioni la prossima settimana.
A queste discussioni, il presidente della Camera Laura Boldrini ha risposto definendo "del tutto artificiose" le polemiche perché rappresenta un "atto dovuto dal punto di vista costituzionale. Non vi è alcuna forzatura né può prestarsi a qualsiasi strumentalizzazione". "La seduta odierna - ha aggiunto durante la seduta - è stata convocata come adempimento espressamente dettato dalla Costituzione, prevista dall'articolo 77. "Ci sono precedenti di convocazioni durante la pausa estiva o natalizia per l'annuncio della presentazione di decreti legge. Questi sono i fatti e le polemiche che sono seguite sono state del tutto pretestuose. Dopo le comunicazioni della presidente, Danilo Tonielli a nome del M5S è intervenuto invitando la presidente a rendere "effettivo e non solo simbolico l'inizio dei lavori parlamentari" consentendo alla Camera di affrontare eventuali "pregiudiziali" al testo del decreto già durante questo mese. Immediata la presidente della Camera: "Come lei ben sa il testo è stato assegnato alla prima e alla seconda commissione della Camera. Saranno i due presidenti a organizzare tempi e modi dei lavori in Commissione”.
Ma le diatribe sono continuate con le lamentele del deputato M5S, Walter Rizzetto, che rileva quanto sia costata la seduta odierna: “Quanto costa agli italiani la convocazione 'formale' del Parlamento di oggi? Tra i 150 e i 200 mila euro''. Il deputato avrebbe preferito donarli a qualche centro di assistenza. Ma la presidente Boldrini interviene subito e replica: ''Ma lei ha capito che questo e' un obbligo? Di cosa parla? Di sprechi? Questo è un esercizio democratico".

Commenta Stampa
di Francesca Galasso
Riproduzione riservata ©