Politica / Politica

Commenta Stampa

Previste conferenze dei 3 leader

Segretario Pd: “No appello tv se piccoli dicono di no”


Segretario Pd: “No appello tv se piccoli dicono di no”
31/01/2013, 16:02

ROMA- Il segretario del Pd Pier Luigi Bersani dice la sua sulle regole e le modalità sul confronto televisivo tra i politici: “Ritengo che i contendenti abbiano un loro diritto e quindi ho sempre detto o tutti o nessuno, le tre conferenze stampa se vanno bene agli altri sono ok anche per me ma alla prima obiezione degli altri il Pd non ci sta: siamo democratici e non saprei come rispondere”.
Proprio oggi sono stati svelati i nomi scelti dalla Commissione di Vigilanza, che tra l’altro ha approvato le modifiche al regolamento sulla par condicio, saranno: Monti, Berlusconi e Bersani.
E’ stato poi deciso che il 22 febbraio i capi coalizione dovranno chiudere le conferenze stampa in prime time sulla Rai.
Programmate quindi anche le trasmissioni che saranno trasmesse dall'11 al 15 febbraio e dal 18 al 21 febbraio dalle 21 alle 23.10, ogni giorno ci saranno tre conferenze stampa dei leader delle singole liste.
Mentre come detto il 22  febbraio andranno in onda le tre conferenze stampa dei capi coalizione.
Come di consueto in queste occasioni l'ordine di apparizione sarà tirato a sorte.
Il Pdl, attraverso Lupi ha chiesto che le conferenze stampa di Monti, Berlusconi e Bersani non siano tenute distinte, ma siano accorpate in un unico format, quasi a creare un confronto.

 

 

 

Commenta Stampa
di Titti Alvino
Riproduzione riservata ©

Correlati