Politica / Napoli

Commenta Stampa

Sel, bonifica e sviluppo di Bagnoli e dell'area occidentale di Napoli


Sel, bonifica e sviluppo di Bagnoli e dell'area occidentale di Napoli
15/11/2013, 15:15

NAPOLI - Lo stop della bonifica e la recente motivazione della sentenza del 2/9/13 sul caso Eternit, confermano che continua a persistere nell'area un grave pregiudizio per la salute pubblica.
E' necessario subito far chiarezza su chi deve essere il soggetto attuatore della bonifica e della trasformazione urbanistica dell'area, alla luce della inconsistenza della Bagnoli Futura.
E' necessario impegnare entro il 2013 le risorse europee già stanziate (75ML euro) per la realizzazione del parco ed impegnare i 50 ML euro per la bonifica integrale del mare e degli arenili ancora non bonificati di Coroglio e di parte di Bagnoli. Si parlerà anche della necessità di coinvolgere la cittadinanza, le associazioni e i comitati territoriali in modo strutturato nella vigilanze sulla bonifica e nella partecipazione alle attività di trasformazione dell'area.
Questi sono solo alcuni punti fondamentali su cui si imposterà l'azione politica che SEL si impegna a percorre nei prossimi mesi per superare la fase di stallo in cui versa Bagnoli, all'indomani del sequestro delle aree da parte della magistratura.
Intervengono:
GENNARO MIGLIORE
Capogruppo Camera dei Deputati SEL

ARTURO SCOTTO
Deputato SEL
Segretario regionale SEL

PEPPE DE CRISTOFARO
Senatore SEL
Lo rende noto l’ufficio stampa regionale SEL Campania.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©