Politica / Regione

Commenta Stampa

SEL con Libera di Pignataro Maggiore


SEL con Libera di Pignataro Maggiore
03/07/2012, 13:07

L’incendio, che ha devastato i campi sequestrati alla camorra e coltivati a grano dall’associazione Libera di Pignataro Maggiore, rientra in una logica intimidatoria che la parte marcia della regione continua a perpetrare nei confronti della gente onesta dei nostri territori. SEL Campania, ancora una volta, nel solidarizzare con gli amici di Libera, stigmatizza il vile atto incendiario e, invita la gente onesta della Campania, a ribellarsi sempre e comunque ai soprusi e alle prevaricazioni camorristiche che stentano a estinguersi. A Libera e alla cooperativa Le Terre di Don Diana va la vicinanza e il sostegno di tutto il Partito di Nichi Vendola. Così Arturo Scotto Coordinatore Regionale di SEL Campania:
“Con libera, nessuna intimidazione è possibile verso i ragazzi e le ragazze che quotidianamente lavorano nelle terre confiscate. L'attentato di Pignataro Maggiore dimostra quanto sia vile la camorra quando si toccano i gangli vitali della sua economia”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©