Politica / Politica

Commenta Stampa

Milella e Migliore, dichiarazioni contro

Sel si spacca: alle europee una parte va con Schulz (Pse)


Sel si spacca: alle europee una parte va con Schulz (Pse)
18/02/2014, 18:00

ROMA - In vista delle elezioni europee, Sel rischia di spaccarsi tra Tsipras e Schulz, cioè tra la sinistra anti-euro e il centrosinistra. Infatti, mentre una parte del partito spinge da tempo per appoggiare il leader greco, oggi Gianni Melilla ha assicurato il suo appoggio e quello di una parte di Sel a Martin Schulz, leader tedesco del Partito socialista europeo. L'ha detto ai giornalisti, a margine di un incontro, avvenuto nella sala degli Orazi e dei Curiazi, al Campidoglio. 

Nell'ambito della stesso incontro, Schulz ha confermato di aver mantenuto i contatti con il leader di Sel Nicki Vendola, dopo che quest'ultimo aveva chiesto l'adesione di Sel al Pse nell'estate del 2013. Così come il Pd dovrebbe entrare senza problemi, dopo le elezioni europee, nello stesso partito europeo.

Ma Gennaro Migliore, presidente dei deputati di Sel, ha replicato: "Non condivido le posizioni di Melilla poiché considero l'interlocuzione con il campo socialista europeo necessaria, ma il nostro impegno è e sarà rivolto a rafforzare la lista civica a sostegno della candidatura del leader della sinistra greca". 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©