Politica / Politica

Commenta Stampa

L'iniziativa del Ministero dell'Istruzione

Semestre presidenza Ue, studenti realizzeranno logo

Indetto il concorso "La mia Europa è", scadrà il 18 gennaio

Il Parlamento Europeo
Il Parlamento Europeo
03/01/2014, 12:48

ROMA - Saranno gli studenti delle nostre scuole a realizzare il logo del Semestre di Presidenza Italiana del Consiglio dell’Unione Europea.

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, infatti, in accordo con la Presidenza del Consiglio e il Dipartimento delle Politiche europee, ha indetto il concorso “La mia Europa è”, che scadrà il prossimo 18 gennaio, rivolto a tutte le scuole di ogni ordine e grado perché siano proprio le ragazze e i ragazzi a ideare il logo e uno slogan per il Semestre italiano.

Obiettivo del concorso - i cui vincitori saranno premiati con una visita alle istituzioni europee a Bruxelles – promuovere la partecipazione consapevole e il coinvolgimento attivo delle giovani generazioni, attraverso la scuola, in un percorso di valorizzazione del senso di cittadinanza europea.

Finora i risultati premiano l’iniziativa. La risposta delle scuole è stata infatti molto positiva: sono 507 i progetti arrivati al Miur e molte scuole hanno partecipato al concorso coinvolgendo più di una classe. Grande interesse verso l’iniziativa soprattutto tra le scuole secondarie di primo e secondo grado; in particolare, circa 70 Istituti tecnici (settore tecnologico) con indirizzo “Grafica e comunicazione” stanno lavorando per la realizzazione del logo.

"Il semestre di presidenza del Consiglio dell'Ue sarà una straordinaria occasione di rilancio per l'Italia”, ha commentato il Ministro Maria Chiara Carrozza. “Abbiamo deciso di coinvolgere le nostre scuole per rendere protagonisti le ragazze e i ragazzi e avvicinarli alle istituzioni europee, che a volte vengono considerate luoghi distanti dalla vita di tutti i giorni. Dobbiamo aiutare gli studenti a diventare cittadini più consapevoli e partecipi dei processi democratici europei. È lì che si gioca buona parte del loro futuro”, ha concluso.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©