Politica / Politica

Commenta Stampa

Zanda (Pd): "Non c'è una maggioranza"

Senato: lo ius soli non viene calendarizzato a settembre


Senato: lo ius soli non viene calendarizzato a settembre
13/09/2017, 09:32

ROMA - La legge sullo ius soli rimane per ora bloccato al Senato. Infatti, nel mese di settembre non è stata calendarizzata la legge, il che impone ulteriori ritardi. Infatti tra poco inizia la sessione di bilancio, che blocca l'esame di tutte le altre leggi. 

A spiegare questa scelta è stato il capogruppo del Pd al Senato, Luigi Zanda, motivando la scelta con il fatto che non c'è una maggioranza in grado di approvare la legge. E' noto infatti che questa legge è sostenuta dal Pd, ma poco dagli alleati, a cominciare dal partito di Alfano. Lo stesso Zanda solo pochi giorni fa aveva detto che la legge sarebbe stata approvata entro la fine dell'autunno, a costo di mettere la fiducia. Evidentemente il Pd conta di sfruttare questo tempo per ottenere il sì dagli alleati. 

Dall'altra parte invece gongola su Twitter il segretario della Lega Nord Matteo Salvini, da sempre contrario alla legge: "Niente legge sullo Ius soli in Senato a settembre, una vittoria della Lega e del buon senso. La nostra battaglia va avanti, grazie Amici! La cittadinanza non si regala. #NoIusSoli #stopinvasione". Sullo stesso piano il leghista Gian Marco Centinaio: "Vittoria della Lega: abbiamo affossato la legge sulla cittadinanza. Il Pd ha rinunciato allo Ius Soli, Zanda in capigruppo ha ammesso che al Senato non hanno i numeri per approvarla. Pericolo scampato, ma restiamo vigili e pronti alle barricate perché questo Paese ha bisogno di tutto tranne che di regalare la cittadinanza agli immigrati". 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©