Politica / Politica

Commenta Stampa

Si apre la procedura di contestazione.

Senato, Stefano: "Ora seduta pubblica"


Senato, Stefano: 'Ora seduta pubblica'
19/09/2013, 09:50

ROMA - La giunta per le elezioni del Senato ha bocciato con 15 voti contrari la relazione del Pdl Andrea Augello e si è quindi pronunciata a favore della decadenza di Berlusconi da senatore. La relazione di Augello è stata bocciata con il solo voto contrario dello stesso senatore Pdl, unico a non lasciare l'aula di palazzo San Ivo alla Sapienza. Sono invece usciti dall'aula gli altri parlamentari Pdl, Lega e Gal subito dopo la bocciatura delle due pregiudiziali "Ho ritenuto di assumere personalmente" la responsabilità di incarico di relatore. Queste le parole del presidente della giunta - Dario Stefano - al termine della riunione, che ha ufficializzato in tal modo il proprio incarico. Stefano ha aggiunto: "Perchè si continui sulla strada di un'impronta istituzionale" e "scevra da condizionamenti e appartenenze politiche". Il neo relatore ha inoltre spiegato che "da questo momento si apre la cosiddetta procedura di contestazione che prevede una seduta pubblica, da non realizzare prima di dieci giorni da oggi, nella quale il senatore Berlusconi potrebbe presentarsi con i suoi legali" per illustrare le sue ragioni. Si dibatterà la questione, "con la possibilita' che anche il senatore subentrante possa presentarsi con i propri legali per dibattere, e il mio prossimo passo sarà di recarmi dal presidente Pietro Grasso per fissare il calendario della seduta pubblica, cosa che faro' domattina". A quel punto potrebbero subentrare dei tecnicismi, come il fatto di presentare in Aula una nuova relazione, e ciò potrebbe far slittare il voto "decisivo" di diversi giorni, o addirittura di settimane.

Commenta Stampa
di Armando Brianese
Riproduzione riservata ©