Politica / Regione

Commenta Stampa

Settore calzaturiero, insediato in Regione tavolo per lo sviluppo competitivo


Settore calzaturiero, insediato in Regione tavolo per lo sviluppo competitivo
14/01/2013, 11:44

È stato istituito presso l' assessorato alle Attività produttive della Regione Campania  il tavolo per lo sviluppo competitivo del settore calzaturiero.

 

Il tavolo, cui partecipa l’ANCI, l’ Associazione Nazionale Calzaturifici Italiani, ha per obiettivo l’individuazione delle strategie utili a  valorizzare le realtà industriali campane di eccellenza e la loro produzione artigianale di alta qualità, dando loro strumenti concreti per posizionarsi sui mercati esteri più promettenti.

 

Il distretto campano è uno dei primi sette a livello nazionale e nel primo semestre 2012 le esportazioni hanno raggiunto un valore di 116,12 milioni di euro, con una crescita del 10% rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente.

 

Tra i principali Paesi di destinazione del distretto figurano in prevalenza quelli dell’Europa Occidentale (in particolare Francia, Svizzera e Belgio), mentre Russia e Giappone occupano rispettivamente il sesto e settimo posto.

 

Alla luce del difficile momento dei mercati internazionali che sta colpendo soprattutto l’Europa, viene ritenuto strategico per il distretto campano andare oltre i confini della UE e rafforzarsi sui mercati russi e asiatici, in particolare Cina e Far East.

 

L’export rappresenta a tal fine un elemento strategico per le circa 1500 imprese del distretto, che contano oltre 8.000 addetti.

 

Il tavolo ha definito quattro temi principali di interesse, su cui verteranno le attività:

 

1)    Innovazione organizzativa, di prodotto e di processo, con l'utilizzo sperimentale dello strumento del contratto di rete quale opzione organizzativa in grado di impattare sulla competitività delle imprese anche in chiave internazionale;

2)    Internazionalizzazione, per lo sbocco commerciale sistematico e la definizione di partnership a valore aggiunto sui mercati in crescita accelerata (Cina e Far East);

3)    Comunicazione e marketing, per il sostegno all'azione di diffusione dei brand aziendali;

4)    Formazione, per lo sviluppo di competenze tecniche a sostegno delle innovazioni di prodotto e di processo e per il consolidamento del vantaggio competitivo legato alla qualità del prodotto (know how).

 

Mercoledì 23 gennaio si terrà un incontro con le imprese del settore per la presentazione dei programmi del tavolo. In quella occasione sarà presentato il primo contratto di rete all'interno del comparto calzaturiero, con l’illustrazione delle azioni di internazionalizzazione predisposte a sostegno del settore.

 

“Le istituzioni – sottolinea Fulvio Martusciellohanno il compito di accompagnare le imprese con gli strumenti più adeguati a mettere in campo azioni di promozione e penetrazione dei mercati esteri. Il  PAC, Piano di Azione e Coesione,  prevede una dotazione di 20 milioni di euro destinati alle azioni di internazionalizzazione in sinergia con l’ICE: vogliamo insistere sulla necessità strategica di creare occasioni di business per le imprese campane su scala internazionale e lo faremo attraverso la riattivazione dello SPRINT per informare e accompagnare le PMI, ma anche attraverso dei voucher per l’internazionalizzazione, di prossima attivazione, finalizzati a favorire  la partecipazione delle imprese a fiere ed eventi di sistema.”

 
“Le aziende campane
- afferma Pasquale Della Pia, della giunta ANCI – guardano con interesse soprattutto al Sud Est asiatico e al mercato russo, in particolare attraverso la partecipazione alle manifestazioni in Giappone e Corea e a Obuv’ Mir Koži a Mosca, oltre alla grande novità per il 2013 di theMICAMshanghai, che aprirà la sua prima edizione dal 9 all’11 aprile. Si tratta di eventi che rientrano nell’intensa attività di internazionalizzazione di ANCI in collaborazione con ICE e con importanti Enti Fiera come Bologna Fiere e Fiera Milano. Il lavoro di ANCI insieme a Regione Campania ha proprio l’obiettivo di valorizzare e ottimizzare gli sforzi dell’Associazione e delle imprese calzaturiere del territorio sui mercati esteri.”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©