Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Vittoria del Pdl durante le consultazioni alla Camera

Sfiducia respinta, Caliendo resta sottosegretario


Sfiducia respinta, Caliendo resta sottosegretario
04/08/2010, 18:08

ROMA – Con 299 voti favorevoli durante la ripresa pomeridiana delle consultazioni alla Camera è stata respinta la mozione di sfiducia nei confronti di Giacomo Caliendo, indagato nell’inchiesta sulla P3. Vittoria per la maggioranza, dunque, nonostante le polemiche che hanno fatto seguito all’astensione di Finiani, Udc, Api di Rutelli e Mpa di Lombardo.
Caliendo resta così sottosegretario alla Giustizia, come voluto anche dalla Lega. Intanto, si susseguono i commenti politici: il leader dell’Udc Pierferdinando Casini ha salutato la nascita di “Futuro e Libertà per l’Italia” con soddisfazione. “E’ una novità che può cambiare il corso della legislatura” – ha detto –“E non può essere trattata con una vecchia terminologia perché fatti nuovi devono produrre gli elementi nuovi che il Paese chiede". Secondo l’ex presidente della Camera, il Governo “non può continuare a campare”, occorre prendere atto della stagione istituzionale attuale e prendere le necessarie contromisure.
Nel corso della seduta di questo pomeriggio non è mancata nemmeno la rissa, tra i sostenitori di Gianfranco Fini e gli ex finiani. A scontrarsi, Marco Martinelli del Pdl e Aldo Di Biagio del gruppo Futuro e Libertà.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©