Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Pdl: "No dimissioni di Alfano, altrimenti cade il governo"

Shalabayeva, incontro segreto tra Berlusconi e Nazarbaev?


Shalabayeva, incontro segreto tra Berlusconi e Nazarbaev?
15/07/2013, 14:03

ROMA - Si infittisce il mistero sulla vicenda di Alma Shalabayeva, la moglie del dissidente kazako Mukhtar Ablyazov, e della figlia, sequestrate dalla Polizia italiana e spedite a tempo di record in Kazakistan. 
 Infatti, sul quotidiano L'Unione Sarda di oggi è apparso un articolo in cui si parla di un incontro avvenuto tra Silvio Berlusconi e il dittatore kazako Nursultan Nazarbaev il 6 luglio scorso. L'argomento dell'incontro sarebbe stato proprio il rapimento e l'estradizione della Shabalayeva e della figlia di 6 anni. Incontro che però viene negato da una nota di Palazzo Chigi, che afferma che Berlusconi non si è recato in Sardegna nè quel giorno nè in altri giorni, di recente. 
Intanto il Pdl si schiera a difesa di Alfano, a proposito della mozione di sfiducia individuale annunciata da Sel e Movimento 5 Stelle. SI va da Brunetta ("Mi sembra ovvio che Letta non andrebbe avanti. Le mozioni di sfiducia individuale sono un atto aberrante, non previsto dalla Costituzione, che di solito rafforzano il governo e indeboliscono chi le presenta") a Schifani (Chi spinge per le dimissioni resterà deluso. L'unico problema, secondo talune linee editoriali, è diventato il caso Shalabayeva e le eventuali responsabilità del governo. Noi continueremo ad occuparci prioritariamente delle tematiche economiche, appoggiando lealmente l'azione dell'esecutivo e restiamo convinti che da parte del ministro dell'Interno Angelino Alfano, che darà a giorni tutte le ulteriori spiegazioni del caso alla luce di una seria inchiesta affidata al Capo della Polizia, non ci siano state responsabilità né politiche né operative. Aspettiamo, come tutti, che si spieghi all'opinione pubblica cosa sia accaduto realmente nei vari passaggi della catena di controllo che determinò l'espulsione della cittadina Kazaka e della figlia, ma escludiamo senza alcun dubbio ripercussioni per il governo. Pertanto, chi spinge per le dimissioni di Alfano resterà deluso"), dalla Santanchè (""Il partito di Repubblica vuole usare Alfano come bomba umana per fare esplodere il governo Letta-Alfano, ma non per l'interesse del Paese e degli italiani coi loro tanti problemi, ma per l'interesse del suo candidato Renzi") a Cicchitto, che questa mattina ad Omnibus, su La7, ha usato le stesse parole. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©