Politica / Regione

Commenta Stampa

Lombardo, in vista delle dimissioni,fa nomine a tutto spiano

Sicilia: non si può nominare l'ex deputato, il posto è della fidanzata


Sicilia: non si può nominare l'ex deputato, il posto è della fidanzata
08/06/2012, 18:06

PALERMO - Non si ferma la sequenza infinita di nomine che Raffaele Lombardo sta facendo, all'interno della Regione Sicilia, prima di dimettersi, come ha già annunciato che intende fare. In particolare, c'è da nominare il nuovo presidente di Lavoro Sicilia, una delle tante società della Regione. Naturalmente, neanche si è pensato di nominare una persona capace e basta; e così Lombardo ha deciso di puntare su Toni Rizzotto, ex deputato dell'Mpa ed ex presidente della Commissione Sanità dell'Assemblea regionale siciliana. Una nomina che non si è potuta finalizzare, in quanto Rizzotto è dirigente comunale, nomina incompatibile con quella di presidente di Lavoro Sicilia. Allora niente da fare? Invece sì. La nomina è passata a Salvina Profita, psicologa. E a che serve la psicologia per la gestione di una società pubblica di questo genere? Niente, però la Profita è la compagna di Rizzotto. e così il conto torna.
Quello che non torna, sono i conti della Regione, sempre più disastrati da questa ondata di nomine clientelari che è in corso: negli ultimi mesi Lombardo ha nominato decine e decine di dirigenti pubblici della Regione.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©