Politica / Napoli

Commenta Stampa

Sicurezza allo stadio: ne discutono le Commissioni Sport e Diritti e sicurezza


Sicurezza allo stadio: ne discutono le Commissioni Sport e Diritti e sicurezza
28/10/2011, 16:10

Le difficoltà incontrate in occasione della partita con il Bayern per gli studenti vincitori del concorso "Il Napoli in tribuna"- segnalate da un cittadino - sono state lo spunto per la riunione congiunta che le Commissioni consiliari Sport e Pari Opportunità e Diritti e Sicurezza hanno tenuto questa mattina in via Verdi con gli assessori Narducci e Tommasielli. Accanto a questo episodio – circa 500 ragazzi non hanno trovato i posti loro assegnati allo stadio in base al concorso "Il Napoli in tribuna" organizzato dagli Assessorati allo Sport, all'Istruzione ed ai Beni Comuni per gli studenti delle scuole napoletane – anche i problemi di ordine pubblico verificatisi ieri per la vendita dei biglietti della nuova partita e i disagi provocati ai cittadini di Fuorigrotta sono stati discussi nella riunione introdotta dal presidente della commissione Diritti e Sicurezza Gennaro Esposito il quale ha tra l’altro sollecitato l’adozione di modalità diverse per la vendita dei biglietti, come avviene in altre città. Anche l’opportunità di stabilire un costante scambio di informazioni con l’Amministrazione per permettere alle commissioni di avanzare proposte migliorative è stata richiamata dal presidente della Commissione Diritti e sicurezza, Gaetano Troncone.
Il problema della sicurezza è stato affrontato innanzitutto con l’assessore competente Narducci che ha spiegato come funzionano le misure di sicurezza sulle quali vigilano sia un Osservatorio nazionale che un Delegato, figura che obbligatoriamente ogni Società deve avere in quanto la vigilanza all’interno degli impianti è loro demandata. Il caso dei ragazzi impossibilitati a seguire la partita, fatto di eccezionale gravità per i suoi risvolti anche sotto il profilo della sicurezza, secondo l’assessore Narducci va considerato anche alla luce dell’ipotesi, oggetto di indagini in corso, che ci siano ingressi abusivi – il consigliere Sgambati ha tra l’altro sollevato il problema del numero e dei costi per gli steward impegnati dalla Società all’interno dello stadio. Il tutto, ha suggerito l’assessore Narducci, andrebbe sottoposto oltre che alla Società Calcio Napoli anche ad altri organi, come Questura e Federazione Calcio, per un comune approccio.
Per quanto riguarda i compiti di propria competenza, ha ribadito per parte sua l’assessore Tommasielli, il Comune per ogni partita effettua i propri, sia nella fase preliminare che in occasione delle partite, impegnando un gran numero di agenti di polizia municipale ai quali è demandata la viabilità nelle zone circostanti.
Il problema del trasferimento dello stadio ed anche richiamando gli studi fatti sulla pericolosità del San Paolo per le abitazioni prospicienti, è stato riproposto dal consigliere Moretto per il quale la possibilità di vendita dei suoli pubblici potrebbe riattualizzare la proposta di costruire il nuovo stadio nell’area delle tre Caserme di Miano. Anche la consigliera Caiazzo ha richiamato la necessità di un regime sempre controllato su problemi così delicati, come ad esempio i piani di evacuazione.
L’Assessore Tommasielli ha illustrato lo stato dell’arte su questi problemi: è stato istituito un tavolo di lavoro per verificare in che termini debba essere cambiata la Convenzione con la Società Calcio Napoli che scadrà tra 2 anni, nel 2014; anche sull’ipotesi di uno stadio nuovo i tecnici dell’assessorato allo sport, insieme a quelli dell’assessorato all’urbanistica stanno valutando le varie ipotesi in campo e sicuramente, quando ci sarà una proposta, sarà coinvolto il Consiglio comunale. Sul concorso "Il Napoli in tribuna" l’assessore Tommasielli ha comunicato che esso sarà limitato ai ragazzi delle scuole medie e superiori, evitando, proprio per i problemi riscontrati, il coinvolgimento dei bambini delle elementari.
L’opportunità di lavorare anche sul piano del senso civico della tifoseria è stata racchiusa nella proposta della consigliera Simona Molisso, sostenuta da Ciro Borriello, di chiedere alla Società, facendo leva sugli ottimi rapporti tra amministrazione e Presidente De Laurentiis, di farsi promotrice di una campagna, con il coinvolgimento della squadra, per fare in modo che anche sotto il profilo della civiltà la città sia all’altezza dei successi del Napoli.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©