Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Sorveglianza speciale contro la microcriminalità

Sicurezza stazioni romane: presentata task force


Sicurezza stazioni romane: presentata task force
15/11/2010, 20:11

Task Force, arriva la proposta di vigilanza all’interno delle stazioni della metropolitana romana e delle ferrovie. Sorveglianza speciale contro microcriminalita', vagabondaggio e molestie. Cresce nella Capitale l'impegno a tutela della sicurezza di chi usa i mezzi pubblici e in particolare quelli su ferro. Oggi, in Campidoglio, e' stata presentata la task-force che dovrà svolgere vigilanza armata nei siti di maggior rischio, ma anche in quelli in cui c'e' un'insicurezza percepita. La task force e' formata da 50 persone, guardie giurate specializzate, così suddivise: cinque pattuglie (dieci persone) sulla Roma/Lido, sette sulla linea B e altrettante sulla linea A e sei pattuglie sui tratti urbani della Roma-Viterbo e della Roma-Pantano.
 Saranno attivi dalle 7 alle 23, tutti i giorni dell'anno e gestiti dalla Centrale operativa della sicurezza di Atac che si trova a Termini. ''Questa nuova task-force - ha spiegato l'amministratore delegato di Atac, Maurizio Basile - si aggiunge alla vigilanza gia' presente da gennaio 2010 nelle 54 stazioni della metro e alle 11 pattuglie itineranti che hanno permesso un controllo anche sui treni''. Un totale di 420 persone che faranno un controllo coadiuvato con quello da lontano con video sorveglianza. In base ai primi risultati ottenuti da gennaio 2010, sono stati allontanati 9.948 persone che chiedevano l'elemosina, 2.604 persone moleste e ricevute 303 richieste di aiuto alle forze dell'ordine. Una maggiore attenzione sara' prestata anche alla formazione del personale destinato a garantire la sicurezza e l'assistenza dei cittadini. Passo successivo, ha spiegato il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ''sarà la firma di un protocollo con tutte le forze dell'ordine di cui si parlerà domani in Questura e che permetterà un maggior controllo su tutte le stazioni, anche su quelle su gomma, sui nodi di scambio e su tutti i luoghi di passaggio dei cittadini''.
Infine, il Sindaco ha spiegato di aver chiesto ad Atac ''di anteporre il tema del decoro e della sicurezza perche' ci sia tolleranza zero, non solo per i grandi reati, ma anche contro il degrado e la microcriminalita'''.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©