Politica / Politica

Commenta Stampa

Siglato accordo per la proroga dei contratti in scadenza del personale “precario” del SSR


Siglato accordo per la proroga dei contratti in scadenza del personale “precario” del SSR
04/01/2012, 16:01

Ieri, 15 dicembre 2011, si è svolto presso la sede della Giunta Regionale a Santa Lucia l’incontro tra struttura Commissariale per l’attuazione del Piano di Rientro dal debito sanitario e le Organizzazioni Sindacali del comparto e della dirigenza con all’ordine del giorno la definizione di un accordo per la proroga dei contratti precari.

All’incontro erano presenti il sub commissario al personale e alle risorse, dr. Achille Coppola, i Commissari ed i Direttori Generali delle Aziende Sanitarie Locali, delle Aziende Ospedaliere, delle Aziende Universitarie, dell’ IRCS “Pascale” e le OO.SS. del comparto e della dirigenza.

La riunione si è svolta a distanza di circa 1 anno dall’accordo sui precari del 29.12.2010 ed a 8 mesi dall’ultimo incontro del 04.04.2011.

Dopo approfondita discussione, per garantire la continuità assistenziale e l’erogazione dei L.E.A., si è concordata la proroga sino al 30 Giugno 2012 dei contratti a tempo determinato del personale del comparto e della dirigenza in scadenza dal 31 dicembre 2011, prorogabili per ulteriori 6 mesi, previa autorizzazione del Commissario “ad acta”.

Le OO.SS. hanno anche posto con forza la problematica inerente la proroga dei contratti cosiddetti “atipici” (co.co.co, co.co.pro., liberi-professionisti, etc..) anch’esse in scadenza.

Il sub commissario al personale e alle risorse, dr. Achille Coppola, si è impegnato con le OO.SS. ad allegare all’accordo siglato una specifica nota esplicativa per chiarire tutte le tipologie contrattuali interessate alla proroga al fine di evitare fraintendimenti ed interpretazioni non in linea con l’intesa raggiunta.

Questo accordo interessa circa 2000 lavoratori del comparto e della dirigenza che da anni, con senso di abnegazione, lavorano in servizi indispensabili a garantire i L.E.A. e ad assicurare l’esigibilità costituzionale del diritto alla salute dei cittadini.

La struttura commissariale, inoltre, ha comunicato che venendo incontro alle pressanti richieste delle OO.SS. ha avviato il processo di ricognizione per quantizzare il personale che opera con contratti a termine nelle Aziende, dopodiché inizierà un lavoro di raccordo interregionale finalizzato a trovare un percorso comune per l’inquadramento giuridico del personale precario ai fini della valorizzazione delle esperienze professionali acquisite. Così una nota a cura di CGIL-FP Campania Il Segretario Generale A. Crispi e CGIL-FP-MEDICI Il Segretario Regionale G. Di Maro.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©