Politica / Politica

Commenta Stampa

Con le ultime modifiche, può andare peggio

Simulazione legge elettorale: niente maggioranze stabili


Simulazione legge elettorale: niente maggioranze stabili
30/01/2014, 11:51

ROMA - Su Repubblica.it viene pubblicata oggi una simulazione di cosa accadrebbe se si andasse a votare e ciascun partito prendesse quello che dicono i sondaggi fatti in questo periodo.

Il risultato, sarebbe un testa a testa al ballottaggio tra il centrodestra e in centrosinistra, dato che le due coalizioni (Pd da una parte, Forza Italia + Ncd dall'altra) sono alla pari intorno al 35%. M5S entrerebbe in Parlamento, ma sarebbe fuori dai giochi.

Ma in caso di vittoria del centrodestra, Ncd diventerebbe decisivo, perchè Forza Italia avrebbe solo 264 voti (la simulazione è fatta alla Camera su 617 seggi, mancando Valle d'Aosta e  la sezione estero), e raggiungerebbe la maggioranza solo con i 57 voti di Alfano. Dall'altra parte, se vincesse il centrosinistra avrebbe 321 seggi, sufficienti a guidare il Paese, ma di misura.

Naturalmente questo ammesso che Ncd superi la quota del 4,5%. Adesso in media i sondaggi lo danno tra il 4 e il 5%, cioè proprio al limite della quota concordata tra Berlusconi e Renzi.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©