Politica / Napoli

Commenta Stampa

Sindaco de Magistris incontra delegazione campagna Sfratti zero


Sindaco de Magistris incontra delegazione campagna Sfratti zero
10/10/2013, 13:23

NAPOLI - Si è svolto oggi presso Palazzo San Giacomo l'incontro del sindaco e dell'assessore al patrimonio Fucito con una delegazione della campagna nazionale Sfratti zero. Erano presenti il presidente nazionale dell'Unione Inquilini, Walter De Cesaris, e la coordinatrice cittadina di Link Napoli, Rita Cantalino. Durante l'incontro sono stati presentati i contenuti della campagna, che muove dalla convinzione che la questione degli sfratti, in particolare quelli per morosità incolpevole, debba essere considerata una questione nazionale, oltre ad essere la punta di quell'iceberg che è la sofferenza abitativa come problema generale e strutturale. Il sindaco de Magistris ha voluto aderire alla campagna evidenziando che occorre, da parte del governo, una risposta di carattere generale che egli stesso, in prima persona, si è impegnato a sollecitare, facendo di Napoli una città capofila all'interno di una vertenza nazionale che abbia il suo fondamento nella garanzia del diritto all'abitare e che, nel dettaglio, realizzi per esempio una politica effettiva di contrasto ai canoni irregolari. Il sindaco si è anche impegnato a chiedere al governo, attraverso il coinvolgimento dell' Anci, il blocco degli sfratti per morosità incolpevole ed un piano di edilizia sociale come grande investimento pubblico. Sempre sul tema degli sfratti per morosità incolpevole, in sede locale, il sindaco ha annunciato di voler chiedere la convocazione di un comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza, essendo la questione non una semplice tematica di ordine pubblico ma una ferita sociale aperta e profonda a cui tutte le istituzioni, in modo coordinato, devono dare risposta. Da parte sua l'amministrazione ha ribadito di voler porre, al centro dell' azione di governo, il contrasto alla speculazione abitativa, facendosi promotrice di un pacchetto di misure volte a favorire le fasce sociali deboli, e di voler lavorare alla creazione di nuove unità abitative riutilizzando e sfruttando il patrimonio pubblico già costruito e disponibile. Per quanto riguarda la realtà degli studenti fuorisede, Link ha sottolineato la preoccupazione circa la prossima service tax del governo, la quale rischia di determinare pesanti conseguenze economiche sugli studenti fuorisede. Sempre l'associazione ha poi evidenziato la mancanza di studentati in città e la dislocazione dei pochi esistenti in quartieri periferici rispetto alle sedi universitarie. A tal proposito, il sindaco si è detto disponibile a lavorare a soluzioni che possano rispondere alla crescente domanda abitativa degli studenti fuorisede, attraverso per esempio l'utilizzo di aree e strutture dismesse a fini sociali. L'Unione Inquilini ha espresso apprezzamento per le misure e gli impegni indicati dall'amministrazione ed ha riconosciuto come positiva la scelta di ripubblicizzare la gestione del patrimonio immobiliare del Comune, sottolineando l'importanza di un percorso politico e amministrativo, anche nazionale, che parta dal riconoscimento della casa come un bene comune, dunque un diritto irrinunciabile, riproponendo anche nel settore dell'abitare il cammino nazionale percorso sul tema dell'acqua. Lo rende noto l'ufficio stampa del sindaco di Napoli de Magistris.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©