Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Berlusconi ha incontrato gli imprenditori a L'Aquila

Sisma: entro novembre case per 15mila persone


Sisma: entro novembre case per 15mila persone
17/06/2009, 22:06

Silvio Berlusconi è tornato per la visita a L’Aquila numero 14, per incontrare i costruttori che si sono aggiudicati gli appalti per la realizzazione di 4.500 case antisismiche. Secondo le previsioni, entro novembre 15mila sfollati dell’Abruzzo saranno sistemati in case provvisorie. Una sfida importante, per vincere la quale il premier ha chiesto agli imprenditori di lavorare su “turni anche di 24 ore”. Ma non si tratta soltanto di una ricostruzione in tempi record, la sfida consiste anche nel dare una degna sistemazione agli sfollati quanto prima. “Tutti avranno un marchio di riconoscimento una volta vinta questa difficile sfida, - ha annunciato Berlusconi, - naturalmente centrare l'obiettivo significa anche fare il bene delle popolazioni colpite dal sisma e dell'intero paese”.
La scadenze fissate sono molto brevi, per un lavoro di tale portata: dal 15 al 30 novembre devono essere pronti i primi alloggi per 15mila persone. “Saranno case complete, assolutamente sicure dal punto di vista sismico, componibili per ospitare più persone o più nuclei familiari e scomponibili, quando saranno utilizzate come residenze universitarie. Tutto questo – ha rimarcato - porterà enormi vantaggi al Comune che ha nell'ateneo la sua migliore risorsa”.
Parlando delle manifestazioni di piazza organizzate dai comitati sorti per la ricostruzione, il premier ha poi detto che “di fronte allo sforzo che il governo sta compiendo ci sono posizioni assolutamente strumentali”. Intanto, alla Camera, procede l’iter del dl Abruzzo: oggi sono stati respinti tutti gli emendamenti, il voto finale sul provvedimento slitta a martedì prossimo.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©