Politica / Napoli

Commenta Stampa

Sodano: "Lettera UE per dimostrare cambio di passo reale"


Sodano: 'Lettera UE per dimostrare cambio di passo reale'
17/01/2012, 12:01

“La lettera inviata all'Ue è frutto degli sforzi che la nostra amministrazione, insieme alle altre istituzioni, sta compiendo per costruire un ciclo dei rifiuti che faccia uscire definitivamente dall'epoca delle emergenze e dei commissari. Per il Comune di Napoli non si è trattato soltanto di stilare un documento per evitare una sanzione europea, ma per dimostrare concretamente che il cambio di passo segnato in questi mesi può diventare definitivo. Per quanto riguarda il Comune, la lettera sintetizza le misure già attuate e gli impegni in corso: il piano di ampliamento della raccolta differenziata, con l'estensione del porta a porta che ad oggi ci ha portato ad essere la seconda città in Italia per abitanti coinvolti e che in futuro arriverà a coinvolgere ben 600 mila cittadini; la creazione di siti di trasferenza che hanno permesso di attenuare le criticità di questi mesi in merito allo smaltimento e che, per mezzo degli ampliamenti previsti, forniranno un contributo prezioso nella stessa direzione; il trasferimento in Olanda dei rifiuti via nave che ha permesso e permetterà di avere una ulteriore soluzione disponibile per affrontare eventuali carenze di siti regionali o nazionali; la creazione di un impianto di compostaggio su un sito di proprietà comunale. Si tratta di misure che in alcuni casi esulano dalle strette competenze e responsabilità del Comune, a cui spetterebbe soltanto la raccolta e lo spazzamento, e che rispondono alla nostra idea di un ciclo dei rifiuti ecosostenibile, cioè indirizzato alla riduzione dei rifiuti e al loro riuso, capace di superare la filiera basata unicamente sul binomio discariche e inceneritori che invece ancora caratterizza il piano regionale approvato ieri”. Lo afferma in una nota il vicesindaco di Napoli Tommaso Sodano.


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©