Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Sommella (PPI): “Questo Stato vuole i Pensionati morti!”


Sommella (PPI): “Questo Stato vuole i Pensionati morti!”
18/07/2011, 11:07

Il destino del “popolo dei Pensionati” è affidato a chi non se ne frega niente e forse neanche capisce i problemi di vita degli Anziani; di coloro che avendo lavorato per 30, 40 o più anni pensavano di avere conquistato un po’ di tranquillità ed un po’ di rispetto da parte delle Istituzioni. Niente di tutto questo. Mera illusione! E pensare che hanno pagato IRPEF per tutto il periodo e i contributi utili ad assicurarsi la Pensiona per tutto il tempo. Oggi assistono impotenti alla decurtazione sistematica di
quel patrimonio accumulato con sacrificio e lungimiranza. L’assenza di un Partito Pensionati nel Parlamento Italiano e nei luoghi dove si decide la vita di 20 milioni di cittadini, i Pensionati, evidenzia in questi giorni tutta la sua negatività: anziani, invalidi, inabili al lavoro e pensionati risultano privi di qualsiasi difesa.
Tutte le manovre economiche decise dai Governi che si sono succeduti dal 1993 ad oggi hanno sempre mirato e deciso di mettere le mani in tasca ai Pensionati indifesi.
“Dobbiamo andare avanti così – afferma Fortunato Sommella – leader dei Pensionati campani? Dobbiamo continuare ad essere sempre noi a pagare? I nostri governanti - dice Sommella - ignorano volutamente che quando uno di noi raggiunge una certa età ha bisogno dell’essenziale: una casa, cure mediche adeguate e la soddisfazione di potersi muovere per il proprio svago. Tutto quello che invece gli viene sistematicamente negato. Necessita quindi organizzare la difesa del Popolo dei Pensionati. Occorre farlo con urgenza. Prima che sia troppo tardi. Noi sappiamo come farlo, ma serve l’aiuto di tutti. Invito i Pensionati – conclude Sommella – a riflettere poco ed a decidere subito”!

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©