Politica / Politica

Commenta Stampa

Gli anti-euro non arrivano al 30%

Sondaggio Ipr-Repubblica: Pd primo, M5S al 25%


Sondaggio Ipr-Repubblica: Pd primo, M5S al 25%
05/02/2014, 09:04

ROMA - Un sondaggio, uscito questa mattina su Repubblica.it fatto dalla Ipr Marketing mostra quali sono per ora le intenzioni di voto degli italiani, in vista delle elezioni europee che si terranno a fine maggio. 

E nelle intenzioni di voto, in testa è il Pd con un dato medio di poco superiore al 27%. Spicca il risultato nella circoscrizione Centro, dove tocca il 35%. Al secondo posto il Movimento 5 Stelle, la cui violenza in Parlamento evidentemente rende, visto che sale al 25,4%, più alto di Forza Italia che si ferma al 24,3%. E per i berlusconiani spicca in negativo il dato della circoscrizione Nord Est, dove è al 18% (e non è un caso che quella sia zona della Lega). 

Dopo questi tre partiti, ci sono Ncd al 5,6% e Lega Nord al 5%. Praticamente inesistenti l'Udc (2%) e Scelta Civica (1%).

Interessante notare che i partiti anti-euro (M5S e Lega) si fermano al 30%, mentre se si uniscono Forza Italia, Ncd e Fratelli d'Italia (cioè la presumibile coalizione di centrodestra delle prossime elezioni politiche in Italia), si arriva al 32%, lontani dal 35% del Pdl preso alle europee del 2009. Mentre Pd+Sel (cioè la presumibile coalizione del centrosinistra) non arriva al 30%. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati