Politica / Politica

Commenta Stampa

Sottosegretario Castiglione all'evento dieta mediterranea

Una piramide di passioni – realtà e prospettive

Sottosegretario Castiglione all'evento dieta mediterranea
25/07/2013, 14:23

"Parlare di agricoltura, oggi più che mai, vuol dire contribuire in modo significativo ad un rilancio dell'economia italiana e alla tutela del patrimonio enogastronomico nazionale. Un effetto leva, quello dell’agricoltura, che deve agire in contesti, quali quelli riferibili alle aree del Mezzogiorno d’Italia, in maniera più incisiva e sinergica. Bisogna porre in stretta connessione l’unicità delle risorse di paesi, uomini e territori con gli strumenti che l’Unione europea pone a disposizione dell’Italia, anche nel quadro della PAC 2014-2020. Pertanto, stimolare ogni forma di iniziativa che miri alla costituzione di “network virtuosi” tra i vari stakeholder dell’agroalimentare non può che elevare il confronto su un tema come quello della dieta mediterranea, fulcro e al contempo volano di uno sviluppo multilaterale che deve vederci protagonisti”.

 

È quanto ha affermato Giuseppe Castiglione, Sottosegretario alle Politiche agricole alimentari e forestali, intervenuto oggi a Roma in occasione della presentazione ufficiale della rassegna  “Incontri Mediterranei”, una nuova piattaforma aggregativa che esordirà il prossimo 29 Luglio nella località di Teggiano, in Provincia di Salerno, nel Vallo di Diano, e che intende dare spazio e voce alle eccellenze del bacino del Mediterraneo tout court - economia, arte, cultura, religioni, storia e tradizioni.

 

Titolo del primo incontro della rassegna “La dieta mediterranea: una piramide di passioni – realtà e prospettive”. Con questo primo evento, al quale prenderanno parte, oltre allo stesso Sottosegretario Onorevole Giuseppe Castiglione, l’On. Paolo De Castro, Presidente Commissione Agricoltura Parlamento Europeo, l’On. Giovanni La Via, Eurodeputato e Relatore Riforma PAC e l’On. Daniela Nugnes, Assessore Agricoltura Regione Campania, la località di Teggiano, perla medievale del Vallo di Diano, nel Parco Nazionale del Cilento-Vallo di Diano, si candida a divenire sede ufficiale, nel Mezzogiorno, degli “Stati Generali dell’Agricoltura”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©