Politica / Regione

Commenta Stampa

Stadio “Collana”, istituito il tavolo di lavoro Regione-Comune di Napoli


Stadio “Collana”, istituito il tavolo di lavoro Regione-Comune di Napoli
03/11/2011, 18:11

E' stato istituito questa mattina il tavolo di lavoro tra Regione Campania e Comune di Napoli per il rilancio dell'impianto sportivo “Collana”. La decisione è stata presa nell'ambito dell'incontro, tenutosi a Palazzo Armieri, tra l'assessore regionale al Demanio e Patrimonio Ermanno Russo, il consigliere delegato allo Sport Luciano Schifone e l'assessore del Comune partenopeo con delega allo Sport Pina Tommasielli.
Il tavolo, sollecitato dalla componente della giunta municipale di Napoli e presieduto dall'assessore Russo, si riunirà nelle prossime settimane per discutere delle sorti dello storico impianto cittadino, partendo dalla scadenza del contratto di comodato d'uso che lega la struttura di proprietà regionale a Palazzo San Giacomo fino al 2014.
“La volontà politica della giunta Caldoro – ha dichiarato Ermanno Russo a margine dell'incontro – è quella di addivenire in tempi ragionevolmente rapidi ad una valorizzazione compiuta dello stadio Collana di Napoli. Su questo c'è una convergenza piena da parte del Comune, che già dalle prossime settimane lavorerà ad un'ipotesi progettuale che sarà da subito al centro del tavolo di lavoro istituito oggi”.
“La nostra idea è quella di sviluppare un progetto di finanza che possa restituire appieno l'impianto alla città, rendendolo fruibile da parte della comunità e migliorandolo sia dal punto di vista strutturale che funzionale”, ha dichiarato dal canto suo l'assessore Tommasielli.
“E' importante far sì che il progetto che andremo a pensare e poi presentare sia appetibile anche agli occhi dei privati, sviscerando aspetti che non siano magari soltanto sportivi ma che risultino stimolanti e costituiscano la premessa per investire sul territorio e in questo magnifico, storico, importantissimo impianto”, ha concluso il consigliere regionale con delega allo Sport Schifone.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©