Politica / Regione

Commenta Stampa

Stop camorra: come mandare in carcere compratori di voti


Stop camorra: come mandare in carcere compratori di voti
07/05/2011, 13:05

Stop Camorra propone a tutti i cittadini di Caserta, chiamati alle urne per l’elezione del sindaco ed il rinnovo del consiglio comunale i prossimi 15 e 16 maggio, un vademecum, ossia, un prontuario di comportamento per cercare di mandare in carcere qualcuno dei criminali compratori di voti, di cui da giorni si vocifera l’esistenza in città, senza che nessuno abbia però il coraggio di denunciare in maniera chiara i loro nominativi.
Se qualcuno di questi soggetti dovesse avvicinarvi dategli spago, vedete lo “stupido” dove vuole arrivare come direbbe il grande Totò, assecondatelo, fate finta di essere seriamente intenzionati a chiudere l’affare, anzi aggiungete di essere in grado di convincere altre persone ad accettare la compravendita.
Se riuscite a fare questo il giochino per incastrare il criminale compratore di voti è quasi fatto.
Fissate un appuntamento con lui di li a qualche ora, promettendogli di portare altre persone fidate interessate unitamente a tutte le rispettive tessere elettorali.
Nel frattempo chiamate i carabinieri, la polizia o la guardia di finanza e spiegate loro per filo e per segno cosa vi è stato proposto e dite ai rappresentanti della legge il luogo e l’ora dell’appuntamento che avete fissato con il criminale compratore di voti.
Ora il gioco è davvero fatto, andate all’appuntamento lasciate le tessere elettorali e ritirate i soldi che vi ha promesso il criminale compratore di voti.
Uscite dal luogo dell’appuntamento ed entreranno così in azione i rappresentanti della legge che avete preventivamente avvisato.
Il gioco è fatto! Flagranza di reato, arresto immediato e forse un criminale compratore di voti in meno, in seno al prossimo consiglio comunale di Caserta.
Vi siete mai chiesti perché esistono questi criminali compratori di voti? Perché pagano per avere il vostro voto ed essere eletti consiglieri comunali? Lo fanno per beneficenza? Assolutamente no, sono semplicemente dei ladri che spendono 10 nella certezza di poter poi vendere il loro peso elettorale a 1000, affaristi senza scrupoli, vigliacchi, vermi da eliminare dal consesso civico e da affidare alle cure delle forze dell’ordine ed al rigore della magistratura.
Chiunque voglia segnalarci casi sospetti può farlo a questa e-mail contatti@stopcamorra.it . Il 15 e 16 maggio il voto onesto a Caserta esiste e si esprime mettendo una croce sul simbolo Stop Camorra, noi il voto non lo paghiamo, però ci impegniamo a tenere pulita dai malfattori Caserta,qualsiasi sarà il risultato elettorale che otterremo saremo il grillo parlante della città!

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©